Il trofeo Calvi Auto Kia fa strike al Bowling di Diano Castello

Il trofeo Calvi Auto Kia fa strike al Bowling di Diano Castello
20 Gennaio 2017 ore 14:33

DIANO CASTELLO – Sulle piste del Bowling di Diano il 2017 si è aperto nel segno di Fabio Curto, già protagonista delle ultime sfide dell’anno appena andato in archivio.
Il giocatore di Arnasco, con trascorsi a livello agonistico, l’altra sera si è aggiudicato il Trofeo Calvi Auto Kia.

Con 545 punti in 3 manche ha preceduto Domenico Mazzilli (536), autore con 224 birilli del punteggio più alto, e Marco Bosio (531), mentre fuori dal podio si sono piazzati Nicola Acierno (509), Isidoro Mattana (506) e Mario Mazzilli (505). Settima assoluta e migliore tra le rappresentanti del gentil sesso è stata Laura Acierno (495), ancora una volta la migliore tra le interpreti in rosa.

Un premio è andato anche alla migliore terna (le formazioni sono state formate in base alle piste occupate durante la gara), risultata quella denominata “New Rio”, composta da da Domenico Mazzilli, Nicola Acierno ed Emis Bianchi, i quali hanno battuto la “Sportage” di Laura Acierno, Mario Arcuri e Luca Ardissone di una sola lunghezza (1.321 contro 1.320, nove manche con uno scarto).
Terzo il team “Picanto” di Fabio Curto, Sara Tortorolo e Luigi Cosenza (1.314). Il prossimo appuntamento con le competizioni amatoriali di bowling, presso la struttura dianese (unica del ponente ligure), è fissato per lunedì 30 gennaio, quando scatterà l’11esima edizione del Team Championship Giochi & Giochi, il campionato a squadre, che terrà banco sino a fine marzo.

Sei le compagini iscritte: La Falegnameria (campione in carica), Associazione San Matteo, Cral Poste, De Bona Moto, I Vips e Astrahotel. Cinque saranno le serate in cui sarà articolata la stagione regolare, al termine della quale le prime due accederanno direttamente alle semifinali, mentre per le altre quattro ci saranno i playout.

Leggi (QUI) le altre notizie de La Riviera


Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità