Sport

La "remuntada" del Master Sanremo promosso in Serie A

La "remuntada" del Master Sanremo promosso in Serie A
Sport Sanremo, 24 Aprile 2017 ore 09:02

Sanremo - Il termine ‘remuntada’ è stato coniato in Spagna per quella splendida rimonta della formazione blaugrana, che aveva regalato ai catalani la qualificazione ai danni del Paris Saint Germain. E, ben abituati, i tifosi di Messi erano convinti di potersi ripetere con la Juventus, senza riuscirvi.

Il Master Sanremo, unica formazione in Liguria di Calcio Tavolo (l’evoluzione del Subbuteo), dopo un quasi disarmante girone d’andata nel novembre scorso (e dopo la retrocessione in Serie B nella stagione precedente), pensava soprattutto a ‘non prenderle’ e ad evitare di essere risucchiato nella zona calda della classifica. Al via del girone di ritorno, infatti, i matuziani avevano solo 13 punti ed erano quint’ultimi in classifica, ad un passo dal baratro. Ma, anche quest’anno, come succede quasi sempre ai biancoazzurri, qualcosa è scattato ed il miracolo della rimonta si è materializzato pian piano, con una serie interminabile di risultati positivi (9 vittorie su 11 partite), soprattutto negli scontri diretti con le formazioni d’alta classifica. Un girone di ritorno è stato ‘magico’ che ha rasentato la perfezione.

In 11 partite i 6 giocatori del ‘Master’ (Gianfranco Calonico, Gianfranco Mastrantuono, David Busch, Lucio Canicchio, Claudio Dogali e Carlo Alessi) hanno portato a casa 27 punti sui 33 a disposizione, cedendo le armi di misura solo a Grosseto e Rieti.

“Abbiamo giocato senza mai guardare la classifica fino all’ultima giornata – ha detto il capitano matuziano, Gianfranco Calonico – andando in campo prima per evitare la retrocessione e poi giocando partita dopo partita, pensando solo alla vittoria. All’ultimo turno, quando ci mancavano 3 punti per raggiungere il play-off, due ragionamenti ce li siamo ovviamente fatti ed abbiamo capito che l’impresa era possibile”.

E, grazie ai risultati negli scontri diretti ed un paio di pareggi inaspettati della formazione di Venezia Mestre (terza fino alle ultime 2 giornate), il Master Sanremo si è ritrovata al terzo posto assoluto (dietro Rieti e Catania), per giocare il play-off contro Torino (quarta appaiata a 40 punti, ma che aveva pareggiato nell’andata e perso al ritorno contro i matuziani) con la possibilità di vincere o anche solo pareggiare, per staccare il biglietto per la Serie A.

Uno spareggio (come sempre su quattro campi in contemporanea) che non ha mai avuto storia, giocato alla perfezione dai giocatori andati in campo e con il fondamentale supporto morale di chi è stato fuori. Il Master è andato subito avanti su 3 campi e, alla fine del primo tempo era già sul 3-0. Un risultato portato fino alla fine quando è esplosa la gioia dei giocatori matuziani, per una promozione ed una ‘remuntada’ che, all’inizio sembravano davvero impossibili.

Leggi qui altre notizie de primalariviera.it


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie