L’ex assessore Barbagallo presidente dell’Ospedaletti. Vice il papà del campione Sturaro

Con la famiglia Sturaro, Luca Barbagallo (già vice presidente) ha costruito e sviluppato il progetto di rilancio dell'Ospedaletti Calcio

L’ex assessore Barbagallo presidente dell’Ospedaletti. Vice il papà del campione Sturaro
19 Settembre 2017 ore 13:29

Luca Barbagallo, 48 anni, ex assessore in comune di Ospedaletti, è il nuovo presidente dell’Asd Ospedaletti Calcio dopo le poco chiare dimissioni del Presidente Roberto Rodo. Al posto di Luca Barbagallo, nel ruolo di vice presidente, entra il dottor Roberto Sturaro, medico nonché padre del campione della juventus Stefano Sturaro oltre che di due giocatori dell’Ospedaletti, Fabio e Paolo Sturaro. 

Roberto Sturaro, dall’anno scorso è responsabile del progetto medico (visite iniziali e monitoraggio crescita nella stagione di allenamento) del settore giovanile, fanno sapere dalla società. Quanto alle improvvise dimissioni di Rodo non sono chiare le motivazioni, anche se la società nei giorni scorsi aveva parlato di problemi di natura personale. 

Barbagallo, consulente Finanziario  dal 1990 e attualmente manager di Fideuram  di Sanremo, vive a Ospedaletti, dove vino al 2010 è stato assessore.  “Nel 2013 con Roberto Rodo e Fulvio Alasia ha partecipato al rilancio della società e ha vissuto prima la difficile rinascita e poi lo sviluppo con l’arrivo della famiglia Sturaro, di Giorgio Bordero, del Ds Roberto Borgese e di Antonio Amante attuali componenti del direttivo”.

“Roberto Sturaro – sottolinea il sodalizio orange in una nota stampa – è medico chirurgo dal 1977 specialista in medicina interna e medico ospedaliero dal 1980 al 2012 con attività di medicina di urgenza (pronto soccorso) dal 1980 al 2002, poi responsabile del servizio dipartimentale di endocrinologia e diabetologia fino al 2012, quando è andato in pensione. Oggi è medico della rappresentativa regionale ligure dal 2007 a tutt’ora libero professionista”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità