Menu
Cerca
FESTIVAL 2021

Amadeus: “O Sanremo si fa in sicurezza o non si fa”

"La salute viene al primo posto oppure non si fa- ha dichiarato Amadeus. Se lo posticipi a maggio non è Sanremo è il Festivalbar"

Amadeus: “O Sanremo si fa in sicurezza o non si fa”
Altro Sanremo, 23 Gennaio 2021 ore 10:29

Il festival 2021 continua a far parlare di sé. E dopo le parole del Prefetto di Imperia, Alberto Intini, sulla certezza che il prossimo festival sarà senza pubblico in una intervista al Corriere della Sera, il conduttore Amadeus ci tiene a fare chiarezza.

“O Sanremo si fa in sicurezza o no si fa”

“Io sono sempre stato chiaro o Sanremo si fa in sicurezza perché la salute viene al primo posto oppure non si fa- ha dichiarato Amadeus- . Se lo posticipi a maggio non è Sanremo è il Festivalbar. E poi chi dice che a maggio avremo lasciato le mascherine e potremo abbracciarci tranquillamente? Se fosse così firmerei subito ma a maggio probabilmente saremo più o meno nella stessa situazione. Quindi spostarli per poi trovarsi con gli stessi problemi non avrebbe senso. Chiarisco una cosa: non vorrei che sembrasse che mi sono intestardito a fare Sanremo a tutti i costi. Lo deve volere la Rai, la discografia e la città di Sanremo. Lo dobbiamo volere tutti: o siamo compatti e lavoriamo per farlo meglio oppure ci rivediamo nel 2022”

Il Festival di Sanremo non farà eccezione alle disposizioni del Dpcm Conte

“Una cosa è certa, scontata per loro e per noi: non sarà un evento pubblico e questo è evidente. L’attuale Dpcm, in vigore fino a 5 marzo, al massimo resterebbe fuori soltanto la serata finale del 6, non consente spettacoli aperti al pubblico nei teatri e nei cinema anche all’aperto. Quindi, non c’è alcuna ipotesi di presenza di pubblico né pagante, né su inviti”.

Vertice con la Rai e le forze dell’ordine in Prefettura

A dichiararlo è il prefetto di Imperia Alberto Intini, che nei giorni scorsi ha incontrato la Rai per iniziare a discutere del piano sicurezza per il prossimo Festival di Sanremo (2-6 marzo 2021). Un incontro preliminare della durata di circa un’ora, ma non ancora un Comitato per l’ordine e la sicurezza pubblica, mancando sia l’Asl che il sindaco di Sanremo, che Intini incontrerà nei prossimi giorni.

“E’ ancora tutto in itinere e prima di compiere valutazioni, bisognerà capire l’evolversi della situazione – ha aggiunto il rappresentante di governo – l’unica cosa che mi sento di dire è che la norma è chiara e Sanremo non sarà un’eccezione”. E proprio perché si tratta di una situazione in itinere, il prefetto ha sottolineato come sia inutile, al momento, parlare di ipotesi, che un domani potrebbero non essere percorribili, riferendosi ad esempio a ipotetiche navi, zone rosse, red carpet e via dicendo.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli