Menu
Cerca

Il campionata mondiale di pesto genovese si farà in versione virtuale

La manifestazione avrà inizio alle ore 10 con la diretta in streaming da Palazzo Ducale di Genova su piattaforma Zoom dei finalisti e trasmessa in streaming sugli account Facebook @PestoChampionship e @gecamcom

Il campionata mondiale di pesto genovese si farà in versione virtuale
Altro 20 Marzo 2021 ore 11:16
Sarà una battaglia all'ultimo colpo di mortaio quella del Genoa Pesto World Championship, il Campionato mondiale di Pesto genovese che, alla sua ottava edizione, si svolgerà oggi dalle ore 10 in versione virtuale.
Sono 47 i liguri presenti sugli 85 partecipanti totali, provenienti da diverse parti d'Italia e del mondo. Tutti hanno ricevuto la loro "pesto box" contenente il basilico e gli ingredienti necessari per preparare un perfetto pesto genovese, anche in remoto o collegati da casa.
 Ma in quest'anno particolare, in cui viaggiare e radunarsi non è possibile, l'unico vero vincitore sarà solo lui, il Pesto Genovese, simbolo della voglia di continuare a portare la tradizione ligure, la storia e il buon mangiare in ogni angolo del mondo.

Il Campionato Mondiale di Pesto genovese al mortaio festeggia oggi la su VIII edizione

Il Campionato Mondiale di Pesto Genovese al Mortaio festeggerà la sua VIII Edizione sabato 20 marzo 2021, anche se sarà virtuale a causa della pandemia.

La manifestazione avrà inizio alle ore 10 con la diretta in streaming da Palazzo Ducale di Genova su piattaforma Zoom dei finalisti e trasmessa in streaming sugli account Facebook @PestoChampionship e @gecamcom.
A coloro che non potranno collegarsi in diretta, a causa del fuso orario o altri impedimenti, sarà consentito di riprendersi tramite smartphone, con l’aiuto di amici e parenti, mentre producono il pesto con il mortaio, a casa o sul posto di lavoro, nei giorni precedenti sabato 20 marzo. Gli elaborati amatoriali saranno montati in un video che verrà trasmesso durante la gara in streaming. L’esibizione verrà salutata dalle autorità a cui seguirà il tradizionale inno del Campionato cantato dal coro di bambini di una scuola genovese.

Nato nel 2007, e diventato, negli anni, simbolo dell’identità ligure nel mondo, è una gara aperta a tutti, professionisti, dilettanti e appassionati di cucina, purché maggiorenni. Concorrenti provenienti da tutto il mondo si sfidano nella preparazione del Pesto secondo le modalità tradizionali.

Come spiega Roberto Panizza, presidente dell'associazione Palatifini: «Abbiamo pestato e lavorato in silenzio per un anno, oggi siamo pronti per una edizione tutta virtuale ma egualmente appassionata e coinvolgente. Aggiungendo nei nostri mortai un semplice pizzico di fantasia, potremo di nuovo trovarci insieme a Palazzo Ducale condividendo il sogno del pestello d'oro».

I “vincitori” di questa edizione straordinaria saranno simbolicamente il Pesto Genovese stesso, ambasciatore numero uno della città (nel 2020 è stato citato nei media e social di tutto il mondo oltre 172.000 volte di cui il 62% all’estero), e il suo Campionato, manifestazione di unità e condivisione universale dei valori della qualità della vita e della tradizione.

Necrologie