Altro
Tragedia in Valle Argentina

Il cordoglio di Giuffra "Un ragazzo così giovane..."

Giuffra sul ragazzo morto nell'incidente di Molini "Senso di ingiustizia e di rabbia". Gli altri quattro in prognosi riservata

Il cordoglio di Giuffra "Un ragazzo così giovane..."
Altro 07 Novembre 2022 ore 09:51

Anche il sindaco di Riva Ligure, Giorgio Giuffra, esprime la commossa vicinanza alla famiglia di Leonardo Franza 20 anni, uno dei sei giovani coinvolti nello spaventoso  incidente di Halloween a Molini di Triora, quando la casa dove si erano riuniti per festeggiare la ricorrenza è esplosa a causa di una fuga di gas.

 

Il sindaco "Senso di ingiustizia e rabbia"

«È con grande tristezza - scrive Giuffra- che ho avuto poco fa conferma della scomparsa di Leonardo. La morte di un ragazzo così giovane lascia un senso di ingiustizia e rabbia che non trova pace. La vicinanza dell’intera Comunità di Riva Ligure va ai genitori, ai parenti, agli amici ed a tutti i conoscenti che lo stanno piangendo in questo ferale momento».

 

Le condizioni degli altri ragazzi

Leonardo è morto verso le quattro del mattino, al centro grandi ustionati di Villa Scassi a Sampierdarena, dove era ricoverato insieme ad altri quattro dei giovani coinvolti. Aveva ustioni sul 60% del corpo. Altri due restano in condizioni critiche. Per tutti i ragazzi ricoverati resta la prognosi riservata. Leonardo era il fidanzato di Marta, figlia di Lara e Attilio Emanuelli, i padroni della casa in cui si è consumato il disastro. Nel frattempo, la procura di Imperia ha aperto un'inchiesta.  Gli altri ragazzi feriti oltre a Marta, sono Sabrina Venturini, Tommaso Cosentino e Fabiola Mannella. Fuori pericolo il sesto ragazzo, il calciatore dell'Ospedaletti Stefano Cassini, l'unico ricoverato al Borea di Sanremo. Tutti hanno tra i 19 e i 21 anni

 

«Uno dei ragazzi è deceduto Nonostante  l’impegno e l’abnegazione profusa dall’equipe impegnata 24h -scrivono da Villa Scassi- , per le gravi complicanze dovute all’estensione delle ustioni, oltre il 60% della superficie. Asl3 e tutto lo staff medico e infermieristico si stringe alle famiglie in questo tragico momento. Si ricorda che dei cinque pazienti ricoverati tre sono stati estubati e respirano autonomamente e uno risulta stazionario in sala di rianimo. Permane per tutti la prognosi riservata.

 

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie