Attualità
La cerimonia

Diana De Silva Bracco dona il veliero "Beatrice" a Imperia

L'imprenditrice ha completato il restauro del natante di 16 metri con le studentesse e gli studenti del Nautico.

Diana De Silva Bracco dona il veliero "Beatrice" a Imperia
Attualità Imperia, 15 Luglio 2021 ore 14:42

Si è tenuta oggi, presso l'auditorium del Museo Navale di Imperia, la cerimonia di presentazione del restauro del veliero Beatrice, donato al capoluogo.

 

Fondazione Bracco dona il veliero Beatrice a Imperia

L'iniziativa è stata condotta sotto l'imput dell'imprenditrice Diana De Silva Bracco, leader dell'omonimo gruppo farmaceutico specializzato nell'immagine diagnostica, tramite la Fondazione Bracco. Presenti alla cerimonia, oltre che all'imprenditrice, anche le massime autorità militari, il sindaco di Imperia Claudio Scajola e l'assessore alla cultura Marcella Roggero. Quando il museo del Mare del capoluogo potrà riaprire i battenti, saranno organizzate escursioni a bordo del natante.che sarà ambasciatore italiano alle Vele d'Epoca.

 

Il restauro

Il restauro dell'imbarcazione ha visto la collaborazione dell'istituto nautico di Imperia - fulcro di un progetto importante di alternanza scuola/lavoro - e diverse aziende artigiane del territorio. Beatrice misura 16 metri, con due alberi, maestro e mezzana. Realizzata nel 1962 dai cantieri Sangermani di Lavagna,  conta 100 metri quadri di velatura, fasciame di iroko su ordinate di acacia, teak e sovrastrutture in mogano. Il restauro di inserisce in un quadro più ampio di promozione della cultura del mare sul territorio.

Attualmente, la nave è "ospite" della Go Imperia che ha concesso un posto gratuito. La cerimonia dell'alzabandiera a Molo San Lazzaro.

 

"Imperia città della vela e del mare"

"La cerimonia di oggi è importante innanzitutto perché Diana Bracco è un personaggio della storia imprenditoriale italiana capace di costituire un vanto per tutta l'Europa e il mondo con il made in Italy, che ha voluto donare alla nostra città un pezzo di cuore e della storia della sua famiglia marinara - ha sottolineato il sindaco Claudio Scajola -. Un atto che ci rende orgogliosi quando si riceve un regalo bisogna mantenerlo nelle migliori condizioni: un riconoscimento importante a Imperia che vuole essere sempre di più città della vela e del mare".

 

 

"Le donne devono cimentarsi nelle materie scientifiche"

"Il Beatrice era già a Imperia con mio marito che aveva iniziato il restauro, e il comandante Gaudino mi ha poi suggerito che l'opera sarebbe potuta essere portata a compimento grazie all'aiuto dell'Istituto Nautico di Imperia - ha spiegato l’imprenditrice Diana Bracco, presidente della Fondazione Bracco -. Il restauro in effetti è poi avvenuto sotto il controllo di alcuni dirigenti molto capaci grazie all'opera di questi giovani, fino a riportare la barca al suo antico splendore. Quello che mi a molto colpito è la presenza di ben 80 ragazze fra gli studenti, visto che io sono ambasciatore per le donne nell'ambito del D20. Questa forte presenza femminile mi è piaciuta molto perché le donne devono confrontarsi con le materie tecnologiche e scientifiche, e in questo senso il Nautico è una maniera molto bella per prepararsi allo studio universitari delle materie scientifiche".

15 foto Sfoglia la gallery

 

 

 

 

Necrologie