Attualità

"Il Tavolo del Futuro" , protagonisti i giovani

Il sindaco si è confrontato con 20 giovani imperiesi sul futuro della Città. Le proposte saranno inserite dall'Amministrazione comunale nella programmazione del fondi europei 2021-2027.

"Il  Tavolo del Futuro" , protagonisti i giovani
Attualità Imperia, 19 Novembre 2021 ore 10:51

Questa mattina si è svolto a Villa Faravelli il "Tavolo del Futuro", una tavola rotonda che ha visto il sindaco confrontarsi con 20 giovani imperiesi sul futuro della Città. Le proposte saranno inserite dall'Amministrazione comunale nella programmazione del fondi europei 2021-2027.

"Siamo qua per provare a dare soluzioni e nuovi progetti - spiega Massimiliano Pirello fiscalista della CIA-sia per la l'agricoltura, intesa come coltivazione ma per creare un valore aggiunto  del nostro territorio che è poi quello che fa l'agricoltura creare nuovi redditi, creare nuove funzionalità in un territorio bellissimo come il nostro"

"Oggi ho intenzione di proporre un approccio che sia maggiormente valorizzante per quanto riguarda la cultura. spiega Lucia Macchiavelli- cultura intesa non solo come Musei manche tradizioni e vocazioni territoriali. Indubbiamente il nostro territorio è ricco di tutti questi aspetti e secondo me un approccio strategico anche in questo senso potrebbe dare un grande sviluppo non solo economico ma anche a livello sociale alla nostra società. E' fondamentali per i giovani essere coinvolti in questo senso anche perché molti di noi vogliono poter vivere in questa città e contribuire al suo sviluppo"

"La mia idea di città del futuro- spiega Maria Livia Zuppa commissario capo della Polizia di Imperia- è una città che si costruisca e che si evolva in sicurezza e per questo ritengo che sia necessario creare una forma di sicurezza partecipata non solo intesa come repressione di reati ma una sicurezza che garantisca la partecipazione di tutti i cittadini, degli enti delle Istituzione alla creazione di un nuovo futuro. Questo implica anche lo sviluppo anche in parallelo della sicurezza urbana cioè la tutela della città eliminando il degrado e sviluppando nuove forme di partecipazione. Come si può partecipare nel futuro? Secondo me attraverso due cammini. In primo luogo creando delle forme di sviluppo e di professionalità in ambito della sicurezza attraverso i corsi di formazione, Questo permetterebbe chiaramente anche delle forme di professionalità nuove in questo ambito. In secondo luogo i cittadini potrebbero a mio avviso partecipare a questa forma di sicurezza attraverso l'utilizzo di app. In polizia usiamo Youpole per segnale dei reati perché no magari in ambito urbano si potrebbe utilizzare un'app per segnalare dei fenomeni di degrado"

Foto

11 foto Sfoglia la gallery
Necrologie