Attualità
Imperia e il teatro infinito

Imperia: il 2023 dei consiglieri Abbo e Verda inizia con due question time

Un teatro cittadino chiuso dal 2015 e un sottopasso allagato subito dopo i lavori, Abbo e Verda scrivono a Pino Camiolo

Imperia: il 2023 dei consiglieri Abbo e Verda inizia con due question time
Attualità Imperia, 07 Gennaio 2023 ore 10:30

Opposizione all'attacco: con il nuovo anno Guido Abbo e Enrico Verda, consiglieri comunali di Imperia al Centro, si rivolgono a Pino Camiolo, Presidente del Consiglio Comunale imperiese, in merito a due questioni particolarmente "spinose" per la città: il teatro Cavour, chiuso ormai dal 2015, e il sottopasso appena ristrutturato sull'Argine sinistro.

Un teatro chiuso dal 2015

Il teatro Cavour, unico teatro pubblico cittadino, è stato chiuso nel 2015 per motivi di sicurezza e ad aprile 2019, grazie a uno stanziamento di 1milione e 600mila euro, iniziarono i lavori di ristrutturazione e messa in sicurezza che avrebbero dovuto restituirlo al pubblico entro il 26 novembre.

I lavori avrebbero dovuto riguardare: l'adeguamento antincendio, l'efficientamento energetico, il superamento delle barriere architettoniche, il rifacimento della pavimentazione, la tinteggiatura, gli adeguamenti impiantistici, il ripristino del ridotto del teatro e la ristrutturazione della “casa della contessa”. La riapertura slittò a causa di ulteriori investimenti per la sistemazione laterale della regia ed il rifacimento delle poltrone e l'amministrazione dichiarò un aumento dello stanziamento fino ad arrivare ad una cifra superiore ai 2 milioni di euro. Il teatro, però, non fu riaperto nemmeno il 26 novembre del 2020, quando il sindaco dichiarò di aver sollevato dall'incarico i tecnici.

A distanza di quasi 4 anni dall'inizio dei lavori il teatro è ancora chiuso e i consiglieri di Imperia al Centro chiedono di conoscere il costo totale dei lavori, comprese le spese di progettazione e la ripartizione tra spese a carico dell’ente comunale ed eventuali finanziamenti di altri enti, le spese sostenute dall’aprile 2019 ad oggi in relazione ai lavori di rifacimento del teatro; l’eventuale costo del sollevamento dall’incarico dei precedenti tecnici e le somme a loro riconosciute per lo svolgimento degli incarichi. Ancora si chiede quante e quali ditte si sono occupate, in questi anni, dei lavori di rifacimento del teatro e se le precedenti ditte abbiano ricevuto la totalità dei pagamenti previsti. Infine si chiede che l'amministrazione illustri in maniera esaustiva lo stato dei lavori e, soprattutto, la data prevista per la riapertura.

Un sottopasso appena inaugurato ma che fa già molto discutere

Un'interrogazione simile è stata posta anche per il sottopassaggio sull’argine sinistro da poco restituito alla cittadinanza dopo l'esecuzione di lavori per realizzazione della pista ciclabile. Il sottopasso, allagato dalle prime piogge subito dopo la riapertura, ha già suscitato numerosi malumori e molte polemiche tra i cittadini.

Abbo e Verda chiedono in particolare di conoscere le motivazioni per cui l’amministrazione ha deciso di modificare il progetto riducendo la larghezza del sottopassaggio, anziché allargarla; quale sia la larghezza della rampa in via di realizzazione per il collegamento del ponte ex ferroviario con l’argine sinistro; come e quando si pensi di ripristinare il passaggio dei pedoni sull’argine sinistro e se il percorso in progetto consentirà il passaggio di disabili e carrozzine; quando e da chi sia stato approvato il progetto relativo ai lavori attualmente in corso per lo scarico del sottopassaggio in alveo del Torrente Impero, a cui si riferiscono le fotografie allegate; si chiede infine chi abbia firmato tale progetto, quale sia il costo di tale intervento e se tale costo sia compreso nelle “migliorie” della ciclabile o, in caso contrario, come è stato finanziato.

 

Seguici sui nostri canali
Necrologie