Attualità
Lotta ai Tumori

Nasce il progetto "Prevenzione-Cura-Metastatico"

"Un progetto pensato e fortemente voluto dalle donne pazienti, come strumento di informazione e conoscenza sulle realtà e opportunità territoriali"

Nasce il progetto "Prevenzione-Cura-Metastatico"
Attualità Sanremo, 11 Ottobre 2021 ore 15:04

Idea nata da Lilt, "La Rinascita", Asl1 e Fondazione Casartelli-Perraro

Si chiama “Prevenzione - Cura – Metastatico” ed è il progetto pensato e fortemente voluto dalle donne pazienti, come strumento di informazione e conoscenza sulle realtà e opportunità territoriali, parlando e accompagnando le donne in ogni fase necessaria, sensibilizzandole a prendersi cura di se stesse e della loro salute. L'iniziativa porta la firma di LILT con il Servizio LILT “La Rinascita”, Asl1 e Fondazione Livio Casartelli – Ippolita Perraro di Ventimiglia, la cui mission viene spiegata da Deliana Misale referente del servizio LILT, dedicato alla patologia mammaria, La Rinascita: “C’è ancora molto da fare, soprattutto a livello di consapevolezza nella società e la prevenzione andrebbe considerata come un corretto stile di vita da ponderare e applicare tutto l’anno, oltre ad approfondire e sostenere la conoscenza delle Breast Unit- Centri di Senologia Certificati come garanzia di qualità di cura.

Oggi grazie alla Legge Regionale Ligure – prosegue Misale -, prima in Italia e in Europa, in seguito iniziato l’iter a livello nazionale, possiamo parlare di Tumore al Seno Metastatico. Può sembrare una piccola cosa istituzionale, ma è una conquista concettuale e sociale enorme. Essere metastatici – aggiunge - vuol dire essere sempre in cura e non avere, ad oggi, una prospettiva di guarigione. Per questo serve ricerca su cause, terapie, prevenzione e diagnosi precoce. E accesso agli studi clinici e percorsi ad hoc che possano davvero sostenere, aiutare le pazienti e i loro familiari. Ed è per questo che è così importante l’istituzione e la celebrazione di questa giornata ottenuta grazie all’impegno di Noicisiamo MBC Italia - prima associazione italiana di donne con tumore al seno metastatico - insieme a Europa Donna Italia (EDI), il movimento di advocacy che si batte per i diritti alla prevenzione e cura del tumore al seno”. E ancora:

“Le Associazioni citate che ho il pregio di rappresentare oggi in questa sede, che hanno patrocinato il progetto affiancando il servizio LILT “La Rinascita”, non si sostituiscono alle strutture sanitarie ma possono e devono essere di supporto, alla cittadinanza e presso le Istituzioni, come ad esempio durante questi mesi di pandemia, durante i quali le associazioni, pur con non poche difficoltà non si sono mai fermate e sono state sempre di sostegno alle Donne pazienti. Un grazie sentito alla Fondazione Casartelli Perraro – conclude Deliana Misale - sempre sensibile e attiva a sostegno di progetti dedicati alle attività di divulgazione e sensibilizzazione sulla tematica della lotta e cura del tumore al seno. E a tutte le persone che lo hanno reso possibile.”

L'intervento del Presidente Lilt Claudio Battaglia

Alle parole di Deliana Misale fanno eco quelle del dottor Claudio Battaglia responsabile della Breast Unit di senologia dell'ospedale “Borea” di Sanremo e presidente della locale Lilt: “Nel ringraziare chi ha reso possibile l'evento e la realizzazione di un video dedicato ad un argomento come quello del tumore al seno metastatico nella prima giornata nazionale dedicata, come Responsabile di un Centro di Senologia (Breast Unit) e Presidente di una Associazione che ha la propria mission nella prevenzione e cura dei tumori maligni, voglio solo sottolineare due aspetti importanti. Se oggi siamo qui a parlarne significa che ci sono moltissime donne che vivono quella che oggi è la “cronicità” della malattia, non più la palliazione grazie al miglioramento delle cure, e nello stesso tempo mi auguro che un tale evento porti i dovuti miglioramenti nella assistenza al loro percorso. Ad esempio – prosegue il dott. Battaglia - con accesso agevolato agli esami strumentali, all'accompagnamento di team dedicati con la presenza dello psicologo, una corretta informazione su nuovi farmaci e trials clinici, il riconoscimento rapido delle opportunità di sostegno in ambito pensionistico e di invalidità civile. Se raggiungeremo, insieme, questi obiettivi di benessere avremo sconfitto gran parte del dolore e della angoscia che accompagna la comunicazione della presenza di metastasi nelle nostre concittadine.”

 

Le parole del direttore Asl 1 Silvio Falco

“La prevenzione dei tumori al seno è un'arma importantissima che abbiamo a disposizione. Questo è l'obiettivo che Asl1 – ha evidenziato il direttore generale Silvio Falco – intende portare avanti. A riguardo, proprio nei giorni scorsi si è tenuta l'inaugurazione inerente la donazione di un mammografo da parte di Roche e Fuijfilm, strumento che sarà molto utile per il contrasto del tumore al seno. Questa iniziativa – conclude il DG Falco – rappresenta una grande sinergia tra importanti realtà del territorio ma soprattutto quel rapporto umano e di vicinanza nei confronti delle pazienti metastatiche le quali hanno bisogno del nostro aiuto”.

Infine il dottor Armando Bosio presidente della Fondazione Livio Casartelli – Ippolita Perraro di Ventimiglia, ha sottolineato: “Ancora una volta siamo orgogliosi di collaborare con la Lilt per il nobile fine di migliorare la divulgazione informativa, la conoscenza ed i supporti territoriali a favore delle donne. Già nel 2018, - prosegue il presidente Bosio – assieme a tutto il consiglio di amministrazione della Fondazione, abbiamo sostenuto la Lilt in un riuscito evento benefico dal titolo "La donna rifiorita" svoltosi nei locali del Forte dell'Annunziata a Ventimiglia. In quella splendida location, 30 donne (pazienti oncologiche e donne medico) sono state le splendide protagoniste di una sfilata a scopo benefico, il cui incasso è stato devoluto al progetto Lilt denominato La Rinascita”.

Necrologie