Attualità
Vallecrosia

Vallecrosia commemora il milite ignoto

Domani, venerdì 5 novembre alle ore 20,30, presso la Sala Polivalente comunale, conferenza e proiezione di un documentario sul tema del 1° Conflitto Mondiale

Attualità Vallecrosia, 04 Novembre 2021 ore 09:29

Quest'anno, in occasione delle celebrazioni del IV Novembre, ricorrerà il centenario della traslazione della salma del Milite Ignoto dalla Basilica di Aquileia al grande sacrario a lui dedicato presso l'Altare della Patria di Roma. L'Amministrazione Comunale di Vallecrosia, oltre alle  commemorazioni istituzionali della mattina di oggi 4 novembre, partecipando alla S. Messa di suffragio delle ore 10,00 nella Chiesa di San Rocco e con la deposizione delle corone ai vari monumenti, ha inteso onorare  il Milite Ignoto sia nel tardo pomeriggio di ieri mercoledì, con un omaggio al Monumento degli Alpini in Via Don Bosco e domani, venerdì 5 novembre alle ore 20,30, presso la Sala Polivalente comunale di Via C. Colombo solettone sud, con una conferenza e proiezione di un documentario sul tema del 1° Conflitto Mondiale.

L'Assessore comunale delegata alla Cultura dott.ssa Marilena Piardi intende ricordare che la bara con il feretro del Milite Ignoto giunse a Roma su uno speciale convoglio ferroviario il 2 novembre 1921 , dopo avere toccato città e paesi d’Italia ed avere ricevuto il silente omaggio di tutti, senza distinzione di credo, religioso o politico. Il 4 novembre dalla Basilica di Santa Maria degli Angeli e dei Martiri di Roma il feretro, dopo essere stato visitato e vegliato ininterrottamente giorno e notte da decine di migliaia di persone, fu scortato all’Altare della Patria, portato a spalla da Decorati al Valore Militare. Egli fu tumulato nel monumento ove tuttora il Soldato riposa, il grandioso Altare, incarnazione del Valore, della Dedizione, del Sacrificio dei suoi Fratelli, Caduti con Lui per la PATRIA. Fu la più grande manifestazione pubblica e di coesione nazionale della Storia dell'Italia unitaria.

Quale figlio di tutte le Comunità  d'Italia il Consiglio Comunale di Vallecrosia,  nella seduta del 28 giugno 2021 su proposta del Sindaco geom. Armando Biasi,   ha voluto concedere la Cittadinanza Onoraria al Milite Ignoto con propria delibera n. 27.  Vallecrosia tra l'altro è la città natale di tre Medaglie d'Oro al Valor Militare di cui una, quella concessa alla memoria del Col. Giovanni Aprosio, per fatti d'armi avvenuti proprio durante la Prima Guerra Mondiale sull'Altopiano di Asiago, altopiano dove una delle undici salme di soldati italiani rimasti senza  riconoscimento fu prelevata nell'ottobre del 1921 e portata ad Aquileia per la commovente cerimonia di scelta tra le undici bare operata dalla madre di un soldato ignoto, Maria Bergamas, avvenuta il 28 ottobre 1921; pertanto non si può neppure escludere che il Milite Ignoto fosse un figlio dell'estremo Ponente Ligure o un soldato del glorioso 151° Reggimento della Brigata Sassari comandato proprio dal vallecrosino Colonnello Giovanni Aprosio perito insieme al suo comandante sul Col del Rosso nel gennaio 1918.

L'Associazione Nazionale Alpini gruppo di Vallecrosia, coordinata dal capo gruppo Giuseppe Turone, d'intesa con l'assessorato comunale alla Cultura, la sera venerdì 5 novembre, alle ore 20,30, presso la Sala polivalente comunale ha organizzato una conferenza aperta alla cittadinanza tenuta dal Colonnello degli Alpini in congedo  Riccardo Lanteri, l'incontro sarà seguito dalla proiezione da brani del film-documentario FANGO E GLORIA, momenti  che ripercorreranno la storia del Milite Ignoto.

Necrologie