Cronaca

Dopo 17 anni chiuse le indagini sul "rapinatore gentile"

Il rapinatore commetteva le sue azioni in banca usando un cutter ma sempre mostrando un atteggiamento molto educato e gentile

Dopo 17 anni chiuse le indagini sul "rapinatore gentile"
Cronaca Golfo Dianese, 15 Novembre 2017 ore 08:06

Dopo 17 anni chiuse le indagini sul "rapinatore gentile"

I fatti risalgono al 2000

Ci sono voluti 17 anni per la conclusione delle indagini sulle rapine che si sono ripetute tra il 2000 e 2001 nelle banche di San Bartolomeo al Mara, Taggia, Genova e Carmagnola.

Unico sospettato l'allora quarantenne Nino Monti. In questi giorni, secondo quanto scrive il Secolo XIX, all'uomo è stata comunicata la fine delle indagini. Diciassette lunghi anni in cui Monti è potuto stare tranquillo grazie alla lentezza della giustizia e al succedersi di giudici in Tribunale che ha fatto sì che ogni volta bisognasse ripartire da zero.

L'avvocato di Monti, Giovanni Di Meo, ha intenzione di chiedere il patteggiamento allargato con una pena massima di 5 anni. Il rapinatore commetteva le sue azioni in banca usando un cutter ma sempre mostrando un atteggiamento molto educato e gentile

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie