Adescava minori in auto: incastrato un 54enne dalla polizia

Minori: un 54nne, che a bordo di un'auto, adescava adolescenti, a Imperia, con la scusa di aver bisogno di indicazioni stradali, è stato incastrato

Adescava minori in auto: incastrato un 54enne dalla polizia
Imperia, 04 Settembre 2018 ore 17:35

Minori

Un uomo di 54 anni, che a bordo di una vettura di colore scuro, adescava adolescenti, a Imperia, con la scusa di aver bisogno di indicazioni stradali, è stato denunciato dalla polizia. Il modus operandi era sempre lo stesso: con fare gentile chiedeva al ragazzo di turno di accompagnarlo in un certo luogo che, a suo dire, non sapeva raggiungere.

In cambio di denaro

In cambio prometteva una somma di denaro. Di fronte alle incertezze dei minori o per “vincere le resistenze” e convincerli a salire in auto, prometteva di riaccompagnarli nel luogo dove li aveva caricati. E’ stato un diciottenne imperiese, riuscito a sottrarsi alle sue attenzioni, a consentire agli agenti della Squadra Mobile di incastrare l’adescatore, con alle spalle non solo numerosi precedenti, ma anche per atti sessuali con minorenne e violenza sessuale.

Quando lo ha visto di nuovo in centro, con a bordo un minore, con grande coraggio ha fermato il veicolo, permettendo al ragazzino di allontanarsi. Dai filmati del sistema di videosorveglianza e grazie anche alla collaborazione di alcuni cittadini, gli agenti sono riusciti a rintracciare prima il minorenne e poi l’adescatore.

Le raccomandazioni

La Procura della Repubblica di Imperia ha immediatamente avviato un procedimento penale a carico dell’adescatore e, di concerto con la Polizia di Stato, esorta i cittadini, in particolare gli adolescenti, a prestare attenzione ad alcuni comportamenti apparentemente innocui ma dietro ai quali possono nascondersi insidie e pericoli anche gravi.

È sempre importante diffidare e non accettare inviti dagli sconosciuti, anche quando si presentano come persone “per bene”; fare attenzione ai contatti in rete ed alle chat private, evitando l’invio o lo scambio di immagini intime, che potrebbero essere poi illecitamente diffuse sul web o utilizzate come arma di ricatto per ottenere indebite somme di denaro.

Ai minori, in particolare, si raccomanda di confidarsi sempre con i genitori, o comunque con persone “di famiglia”, quando una situazione sembra “strana” o pericolosa, senza timore, segnalando immediatamente i casi di interesse alle forze dell’ordine tramite il Numero Unico di Emergenza “112”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità