Si parte da Oneglia

Al via a Imperia i lavori per la banda ultra larga

Oltre 5 milioni di euro per 16mila case e uffici

Al via a Imperia i lavori per la banda ultra larga
08 Ottobre 2020 ore 16:26

Terminata la fase di progettazione, partono a Imperia le lavorazioni per la posa della nuova infrastruttura interamente in fibra ottica, in modalità FTTH (Fiber To The Home, fibra fino a casa), che raggiungerà le case e gli uffici di Imperia. Open Fiber, la società di telecomunicazioni titolare del progetto, nelle scorse settimane ha illustrato il piano operativo all’Amministrazione comunale e agli uffici tecnici di Palazzo Civico, che coordinano questi interventi con gli altri lavori previsti sul territorio.

Si parte da Oneglia

Le prime attività di scavo, pari a circa tre chilometri, saranno concentrate a Oneglia, nelle vie 25 Aprile, Fogazzaro, Garessio, Sacra Famiglia, Magenta, Spontone, Alfredo Nobel, Argine Sinistro, Vecchia Piemonte e Piazza d’Armi. Gli interventi saranno eseguiti con la tecnica della minitrincea, che riduce l’impatto ambientale dei lavori e consente di accelerare lo sviluppo della rete in città. Subito dopo gli scavi, le squadre di Alpitel che operano per conto di Open Fiber a Imperia realizzeranno nelle vie interessate dai lavori un ripristino provvisorio, caratterizzato da una striscia di malta cementizia: si tratta di una fase necessaria per favorire un migliore assestamento del terreno ed evitare cedimenti del manto stradale. Solo successivamente, come da norme tecniche, verrà eseguito il ripristino definitivo, ossia la riasfaltatura delle strade manomesse per la realizzazione della rete.

Le imprese che lavorano per Open Fiber, una volta completata l’infrastrutturazione in tutto il quartiere, avranno la necessità di procedere al cablaggio dei condomìni presenti in zona accedendo ai locali comuni degli stabili (cantine, sottoscala), dove verrà posizionato un piccolo apparato che servirà per collegare le singole abitazioni che, in futuro, faranno richiesta del servizio (si tratta di interventi gratuiti, poco invasivi e per i quali non è previsto l’accesso alle proprietà private). Per evitare che il piano subisca rallentamenti, è importante che questa fase sia contestuale ai lavori civili in programma nelle strade comunali. Per questo motivo, i referenti delle squadre operative si metteranno in contatto con gli amministratori di condominio per concordare le modalità di accesso agli edifici.

Oltre 5 milioni di euro per 16mila case e uffici

Open Fiber sta investendo nel Capoluogo della Riviera dei Fiori oltre 5 milioni di euro per cablare più di 16mila case e uffici della città, attraverso un’infrastruttura di quasi 70 chilometri che consentirà di navigare sul web con una velocità di connessione fino a 1 Gigabit per secondo. Per il completamento dell’opera è previsto un esteso riutilizzo di reti esistenti, aeree e interrate, con l’obiettivo di rendere gli interventi poco invasivi (solo a Oneglia questa voce corrisponde a circa il 40% dello sviluppo progettuale complessivo). La convenzione siglata da Open Fiber con il Comune di Imperia stabilisce le modalità di scavo e ripristino per la posa della fibra ottica, come previsto dal decreto ministeriale del 2013. La società si è dotata di una struttura di sorveglianza e controllo cantieri per garantire la qualità delle lavorazioni delle imprese che operano sul territorio. È possibile segnalare situazioni anomale anche tramite la sezione Contattaci del sito openfiber.it.

I servizi abilitati

La rete FTTH abiliterà numerosi servizi come l’Internet of Things, l’e-health, il cloud computing, lo streaming online di contenuti in HD e 4K, lo smart working e il telelavoro, la didattica a distanza, l’accesso ai servizi avanzati della Pubblica Amministrazione e tantissime applicazioni Smart City.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità