Cronaca
FOTO

Arrestato un uomo dopo gli incendi di Ventimiglia Alta

Lo straniero aveva le mani annerite, era in preda all’alcol e una volta perquisito è stato trovato in possesso di un coltello

Arrestato un uomo dopo gli incendi di Ventimiglia Alta
Cronaca Ventimiglia, 18 Gennaio 2022 ore 18:46

Il nordafricano è ritenuto per ora colpevole di un episodio

Un nordafricano è stato arrestato con l’accusa di incendio doloso, in quanto ritenuto l’autore del rogo appiccato, la scorsa notte, all’interno dell’ex convento delle Canonichesse, in località Funtanin del centro storico di Ventimiglia Alta. E’ in corso di accertamento, inoltre, se si tratti della stessa mano che ha incendiato quattro auto, poco distante, in zona “U Cavu” e più o meno alla stessa ora.

In seguito a un sopralluogo, dopo essere entrati nell’edificio, che è in stato di abbandono, gli agenti hanno visto le fiamme e nelle vicinanze hanno sorpreso un uomo che alla vista delle divise si è messo a fuggire. Alla fine è stato raggiunto e fermato. Lo straniero aveva le mani annerite, era in preda all’alcol e una volta perquisito è stato trovato in possesso di un coltello, quattro petardi, un lucchetto e una chiave.

L’uomo ha subito dichiarato che si trovava nell’edificio alla ricerca della compagna, nota alle forze dell’ordine e nei confronti della quale più volte i familiari, anche di recente, avevano denunciato la scomparsa. Lo stabile e le quattro auto sono stati posti sotto sequestro. In seguito ad alcuni accertamenti è anche emerso che nel pomeriggio di ieri, il ragazzo aveva aggredito e ferito la fidanzata, che tuttavia non ha voluto presentare querela. Nel corso dell’intervento gli agenti hanno subito una lieve intossicazione da monossido di carbonio e per questo motivo sono stati portati in ospedale, dove sono stati sottoposti a una terapia e dimessi.

8 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie