Attentato terroristico col coltello a Nizza: 3 morti, decapitata una donna alla Basilica di Notre Dame

Attentato terroristico col coltello a Nizza: 3 morti, decapitata una donna alla Basilica di Notre Dame
Ventimiglia, 29 Ottobre 2020 ore 10:01

Attacco col coltello a Nizza 3 morti

Scene di panico nel quartiere Notre Dame, di Nizza. Secondo quanto riportano i media francesi, sarebbero almeno 3 i morti di un attacco col coltello avvenuto verso le 9. Sul posto è presente anche il sindaco di Nizza Christian Estrosi, secondo il quale si tratterebbe di attentato terroristico. Una donna sarebbe stata decapitata. Morti anche il sagrestano della chiesa e una donna di circa 40 anni, che, ferita, aveva cercato rifugio in un bar (QUI).

Il sindaco di Nizza e la Police

“Sono sul posto con la polizia. Confermo che tutto fa pensare a un attentato terroristico in seno alla basilica di Notre Dame”. Così il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, commenta sui social l’attacco con almeno due morti avvenuto stamani nel quartiere della basilica di Notre Dame a Nizza. Sul posto è presente la polizia, che rassicura i cittadini dicendo che gli spari avvertiti dalla popolazione sono quelli delle forze speciali impegnate nella cattura degli autori dell’attentato.

Il ministero dell’Interno francese: “Evitate il quartiere di Notre Dame, operazione in corso”

“Evitate il quartiere, la priorità è l’intervento dei servizi di sicurezza e dei soccorsi. Un fatto grave è in corso a Nizza, nel quartiere di Notre Dame”. E’ il messaggio divulgato dal Ministero dell’Interno francese, con il quale si avverte la popolazione di stare lontana da Notre Dame, dove è in corso un’operazione di polizia. Il sindaco di Nizza Estrosi ha aggiunto: “Siamo sconvolti dalle tre vittime, due delle quali sono morte all’interno della basilica di Notre Dame e, in particolare, dalla morte del guardiano  che tanto era apprezzato dai parrocchiani.. Nizza ha pagato un tributo troppo alto, così come il nostro Pese da qualche anno. Mi appello all’unità dei Nizzardi”. Estrosi parla anche dell’islamo-fascismo: “Tredici giorno dopo l’omicidio di Samuel Paty (l’insegnante decapitato a Parigi, ndr), il nostro Paese non può più accontentarsi delle leggi di pace per distruggere l’islamo fascismo”.

Al grido di Allah Akbar

L’autore dell’attentato, mentre veniva medicato dopo essere stato ferito dalla polizia, continuava a gridare senza interruzione Allah Akbar”: lo ha riferito il sindaco di Nizza, Christian Estrosi, intervistato da BFM-TV. Per Estrosi, “non c’è alcun dubbio sulla natura dell’attacco”. Alcuni media francesi, anche se l’identità non è ancora confermata, indicherebbero che l’attentatore si chiami Brahim, abbia 25 anni e sia un nordafricano sbarcato, alcuni mesi fa, a Lampedusa.

Attacchi simultanei

Poco dopo l’assalto alla chiesa di Nizza, secondo quanto riporta il Sole24 ore e numerosi media francesi, un altro attacco si sarebbe consumato a Avignone. Un uomo, armato di coltello si sarebbe scagliato su alcuni poliziotti in strada, al grido di Allah Akbar, venendo ucciso dalle forze dell’ordine. Nel frattempo, un altro assalitore avrebbe ferito una guardia del consolato francese di Gedda, in Arabia Saudita. Nel corso della giornata la tensione è tornata a salire a Lione, dove un afghano è stato fermato dalla polizia, armato di coltello e a Sartrouville, nell’Ile de France. Un altro uomo – a cui è stata trovata addosso una lama -è stato arrestato mentre gravitava nei pressi di una chiesa locale: avrebbe dichiarato di voler fare “una cosa come a Nizza”.

Leggi qui le altre notizie

3 foto Sfoglia la gallery
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità