Menu
Cerca
IL CASO

Coppia di tedeschi vive a Vallecrosia, ma Italia e Germania le nega il vaccino

Non essendo residenti, da almeno cinque anni, nel nostro Paese, non hanno diritto all'iscrizione automatica al sistema sanitario nazionale

Coppia di tedeschi vive a Vallecrosia, ma Italia e Germania le nega il vaccino
Cronaca Vallecrosia, 24 Marzo 2021 ore 15:35

La storia di una coppia di pensionati tedeschi

Una coppia di tedeschi, che dal 2017 risiede a Vallecrosia, in provincia di Imperia, non riesce ad essere vaccinata (per motivi burocratici), sia in Italia che in Germania ed ora lancia un appello affinché le autorità dei due Paesi si mettano d’accordo per superare l’impasse. Parliamo di Ulla ed Helmut Schrodel, una coppia di pensionati (lui ex insegnante statale), che prima del 2004 viveva a Monaco di Baviera, poi si è spostata in Italia per un periodo ed ora vive stabilmente nella Riviera Ligure di Ponente.

Ecco perché non possono essere vaccinati

Non essendo residenti, da almeno cinque anni, nel nostro Paese, non hanno diritto all’iscrizione automatica al sistema sanitario nazionale. Entrambi godono di una assicurazione sanitaria tedesca, che copre qualsiasi spesa medica, ma non avendo più la residenza a Monaco di Baviera, la Germania non può certo passare loro il vaccino. Neppure l’Italia, dove abitano, perché non sono iscritti al sistema sanitario.

“Ci siamo anche offerti di pagarlo il vaccino – spiega Ulla – ma ci è stato detto, che non è possibile. Così ci siamo rivolti al nostro Consolato, che a sua volta ha contatto il ministero della Salute, a Roma, ma attendiamo ancora una risposta”. Per i coniugi Schrodel, dunque si tratta di una situazione di stallo. Dall’Asl 1 Imperiese fanno sapere che, in attesa dei cinque anni di residenza, la coppia può iscriversi al sistema sanitario per un anno al prezzo di 1.500 euro, ottenendo la stessa copertura sanitaria di un cittadino.

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Necrologie
Idee & Consigli