Cronaca
Imperia

Corruzione in comune: interrogati Speranza e Masi

Il geometra tace davanti al giudice. Due ore per Speranza. L'avvocato "Abbiamo esposto i fatti e risposto a tutte le domande".

Corruzione in comune: interrogati Speranza e Masi
Cronaca Imperia, 28 Luglio 2022 ore 14:07

Sono stati interrogati oggi, dal gip Anna Bonsignorio e dal pm Barbara Bresci, Vincenzo Speranza e Marino Masi, imprenditore edile il primo e geometra del comune il secondo, accusati di frode nelle pubbliche forniture e corruzione.

 

Corruzione in Comune: Speranza interrogato per due ore

Speranza, accusato anche di aver elargito delle tangenti all'ex sindaco e consigliere provinciale Luigino Dellerba in cambio di favori negli appalti pubblici, è stato accompagnato di fronte ai magistrati dall'avvocato Roberto Trevia che ha detto, dopo l'interrogatorio di due ore "Abbiamo risposto a tutte le domande e chiarito i punti. Il mio cliente ha esposto i fatti".

 

Masi tace dal giudice

Il geometra Masi, invece, sospeso dal servizio, si è avvalso della facoltà di non rispondere in quanto il suo legale, Giuseppe Acquarone non ha ancora letto le carte.

 

Le accuse

Secondo quanto sostiene l'accusa, Speranza, in concorso con Masi, avrebbe gonfiato fino a circa 25mila euro gli importi per le manutenzioni al cimitero di Oneglia, lavori eseguiti nel dicembre del 2021. In cambio, l'imprenditore, titolare della Edilcantieti srl avrebbe fornito materiali e installazioni presso l'abitazione privata di masi.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie