Cronaca

CUOCO UCCISO A MONTECARLO: PERIZIA PSICHIATRICA SU PRESUNTO KILLER

CUOCO UCCISO A MONTECARLO: PERIZIA PSICHIATRICA SU PRESUNTO KILLER
Cronaca 09 Marzo 2017 ore 14:20

Imperia - Il gip Massimiliano Botti di Imperia ha affidato, stamani, allo psichiatra genovese, Gabriele Rocca, l'incarico di realizzare una perizia psichiatrica nei confronti di: Ricard Nika, il cuoco di 30 anni, di origine albanese, residente a Bordighera, accusato dell'omicidio di Alfio Fallica, suo collega e coetaneo, che avrebbe ucciso a coltellate, la sera di venerdì 24 febbraio, nelle cucine del ristorante "Pulcinella" del Principato di Monaco. L'udienza si è svolta, davanti al pm Stefania Brusa e all'avvocato della difesa, Massimo Corradi.

Il medico si è preso quarantacinque giorni di tempo per depositare il referto. L'obiettivo è stabilire se l'imputato era capace di intendere e di volere al momento dell'omicidio. Ancora oggi, sul versante monegasco restano molti punti da chiarire, tutti riguardanti la dinamica dell'accaduto.

Il numero di coltellate inferte, ad esempio. La stessa sera dell'omicidio Nika scappò in Italia e una volta giunto a Bordighera fermò lui stesso una pattuglia dei carabinieri, confessando di aver commesso "qualcosa di molto grave in un ristorante". Con sé aveva un coltello da cucina che potrebbe aver utilizzato per tentare il suicidio; l'arma del delitto, infatti, è stata repertata nel ristorante dalla police monegasca.

Fabrizio Tenerelli


Necrologie