Cronaca
Il caso

Donna invalida "abbandonata" nella sala d'aspetto del Pronto Soccorso

La 53 enne con problemi mentali era stata dimessa il giorno prima dopo una caduta

Donna invalida "abbandonata" nella sala d'aspetto del Pronto Soccorso
Cronaca Sanremo, 10 Ottobre 2021 ore 12:12

La preoccupazione della sorella

Una storia fortunatamente finita con il lieto fine quella che ha visto coinvolta una donna di 53 anni invalida al 100% e in cura come malata psichiatrica al centro di salute mentale di Sanremo.

A raccontarcela è la sorella che, chiarisce, non vuole fare polemica ma solo raccontare quanto accaduto.

"La mattina di venerdì 8/10/21   verso le ore 9  accompagno mia sorella  al Centro Salute Mentale  per fare la terapia e mentre torniamo a casa in auto, verso le 9.45,   mi chiede di fare una passeggiata da sola, cosa che fa abitualmente  Dopo le ore 18 preoccupati del fatto che Laura non fosse ancora rientrata  telefono ai pronto soccorso di Sanremo e Bordighera. Siccome purtroppo (causa cambio di borsa) Laura era uscita senza documenti chiedose fossero arrivate persone prive di generalità. Contestualmente alla chiamata al pronto soccorso abbiamo allertato la Polizia di stato che ha diramato generalità e descrizione di Laura alle pattuglie e ai carabinieri. Come ovvio anche da noi è partito un tamtam che ha coinvolto parenti e amici alla sua ricerca.
La mattina di sabato 09/10/21 alle ore 8,30  vado  al commissariato per fare denuncia di persona scomparsa e il gentilissimo agente mi  avvisa che mia sorella il giorno prima, verso le 10,40 era stata portata da una ambulanza al pronto soccorso di Sanremo per una caduta ed era stata dimessa alle ore 16,30.
Solertemente partono contestualmente a me una pattuglia della volante ed una della polizia municipale per cercare nei dintorni dell’ospedale.
Mentre fuori dal pronto soccorso mi metto d’accordo con le forze dell’ordine di come organizzare le ricerche, un agente di PS entra nel pronto soccorso e scopre che Laura una volta dimessa è rimasta dal giorno precedente nella sala di aspetto"

Il fatto terribile è che una persona segnalata all’ASL come invalida e in cura presso una loro struttura dove hanno tutti  i nostri contatti possa essere abbandonata per più di 24 ore in una sala di aspetto al momento del ritrovamento semivuota. Perché non siamo stati avvisati ? Perché nessuno si è accorto di questa donna abbandonata su una sedia a rotelle senza mangiare e bere per un giorno intero ? Perché nel 2021 nell’era della informatica avanzata succedono ancora queste cose ? "

Le precisazioni dell'Asl 1

"La signora è arrivata al pronto soccorso per una caduta sulle strisce pedonali - chiarisce l'Asl - era autosufficiente e una volta dimessa non ha dato segnali di avere problemi mentali per questo motivo non ci siamo preoccupati. Ha anche salutato e ringraziato medici e infermieri"

Necrologie