Cronaca

Due quadri di Monet torneranno nei luoghi in cui sono stati dipinti nel 1884

Ora i due Comuni dovranno individuare una società specializzata nell'organizzazione di eventi e definire un budget di spesa, per passare alla fase esecutiva del progetto.

Due quadri di Monet torneranno nei luoghi in cui sono stati dipinti nel 1884
Cronaca Ventimiglia, 02 Ottobre 2017 ore 14:28

Due quadri di Monet torneranno nei luoghi in cui sono stati dipinti

Presentazione congiunta tra Bordighera e Dolceacqua

Nell'estate del 2019, due opere del pittore impressionista Claude Monet, dal titolo "Le Château de Dolceacqua" (valore 5 milioni) e le "Vallée de Sasso" (valore 3,5 milioni), attualmente in esposizione al museo Marmottan, di Parigi, potrebbero tornare nei luoghi in cui vennero dipinte: l'antico borgo medievale di Dolceacqua, in val Nervia, nell'entroterra di Ventimiglia e Bordighera. Ad annunciarlo, oggi, sono stati i rispettivi sindaci: Fulvio Gazzola, di Dolceacqua e Giacomo Pallanca della cittadina delle Palme.

Le dichiarazioni dei sindaci

"Il progetto - hanno spiegato i due amministratori - ha come obiettivo quello di creare degli eventi intorno alla figura di Claude Monet, con il vice direttore del Museo Marmottan, Marianne Mathieu che ha proposto il ritorno delle due opere, nei luoghi in cui sono state dipinte, nel 1884".

I due amministratori ritengono che un evento di questa portata si tradurrebbe in volano economico importante per tutta la Riviera ligure di Ponente e non solo per i due Comuni.

"Vorremmo, infatti, creare un pacchetto di eventi culturali ed enogastronomici - hanno aggiunto i due sindaci -. Possiamo già annunciare, inoltre, che nell'estate 2019, la ciclabile di Bordighera e Dolceacqua, che riprende in parte il viaggio che fece Monet, sarà completata".

Ora i due Comuni dovranno individuare una società specializzata nell'organizzazione di eventi e definire un budget di spesa, per passare alla fase esecutiva del progetto.

3 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie