Duro intervento di Paola Arrigoni sul Porto Vecchio: "Sanremo è di tutti e le decisioni devono essere condivise, sempre!"

Il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle interviene sul metodo utilizzato dalla giunta per "imporre" il restyling di Porto Vecchio

Duro intervento di Paola Arrigoni sul Porto Vecchio: "Sanremo è di tutti e le decisioni devono essere condivise, sempre!"
Sanremo, 13 Febbraio 2019 ore 08:41

Duro intervento di Paola Arrigoni sul Porto Vecchio

Il candidato sindaco del Movimento 5 Stelle interviene sul metodo utilizzato dalla giunta per "imporre" il restyling di Porto Vecchio

Dure le parole del consigliere comunale Paola Arrigoni, candidato sindaco alle prossime elezioni, riguardo al metodo utilizzato dalla giunta per imporre, a suo dire, il restyling di Porto Vecchio senza interpellare gli interessati.

Ecco le sue parole messe nero su bianco in un post su facebook

"Noi non contestiamo il nuovo progetto del Porto Vecchio, che sicuramente studieremo nei dettagli, ma IL METODO.

L’amministrazione conclude il suo mandato esattamente come l’ha iniziato: non condividendo assolutamente nulla con i cittadini. La scelta del progetto per il Porto Vecchio è un esempio lampante.
Un’amministrazione attenta ai cittadini avrebbe presentato pubblicamente i tre differenti progetti in maniera dettagliata e con analisi dei costi e dei benefici ed ascoltando le opinioni dei Sanremesi. Inoltre prendono una decisione così importante a tre mesi dalla fine del mandato impegnando le prossime amministrazioni. Un atto che considero arrogante dal momento che si stravolge una parte della città senza condivisione con la cittadinanza.
Ho incontrato i pescatori per conoscere la loro opinione e per capire se almeno con loro avessero condiviso questo nuovo progetto e ho scoperto che la nuova sistemazione sarebbe fonte di gravi problematiche per il loro lavoro, come spiegato nel video.

Non si propone una visione nuova per la città senza la condivisione con chi ci vive e ci lavora e come se qualcuno venisse a casa tua e ti stravolgesse tutto l’arredamento, e non solo, senza chiederti il permesso. E’ la stessa cosa. La città è di tutti noi e non solo del Sindaco che l’amministra per pochi anni. Il Primo Cittadino deve essere al servizio della propria comunità: basta con queste visioni manageriali che lasciano sempre a margine la comunità che deve subire.
Sanremo è di tutti e le decisioni che la stravolgono devono essere condivise, sempre.

Seguici sui nostri canali
Necrologie