Cronaca

Era residente a Imperia la giovane vittima dell'eruzione dello Stromboli Massimo Imbesi

Se l'eruzione fosse avvenuta un'ora e mezza più tardi sarebbe stata una strage

Era residente a Imperia la giovane vittima dell'eruzione dello Stromboli Massimo Imbesi
Cronaca Imperia, 04 Luglio 2019 ore 13:40

Era residente a Imperia, anche se originario di Milazzo, Massimo Imbesi, 35 anni,  la giovane vittima dell'eruzione del vulcano sull'Isola di Stromboli in Sicilia. Sulla sua pagina facebook riporta ancora Imperia come luogo in cui viveva e proprio ieri prima della tragedia, aveva ripostato una foto di tre anni prima davanti alla fontana dello Zampillo di Sanremo.

Oltre a Massimo Imbesi ferite due persone

Oltre a Imbesi l'eruzione improvvisa ha provocato due feriti, ma se fosse avvenuta appena un'ora e mezza dopo sarebbe stata una strage. Imbesi era salito sulle pendici del vulcano senza essere al seguito di una guida insieme a un altro escursionista salvo per miracolo. Sullo Stromboli l'accesso è solitamente previsto e consentito dopo le  18.30 e spesso si contano anche 500 persone contemporaneamente.

Imbesi aveva superato le selezioni per allievo ufficiale di coperta il 26 luglio 2018 a Genova.  “Finalmente il mare, di nuovo il mare… quello più conosciuto e familiare però, quello che preferisco, quello della Spiaggia di Ponente di Milazzo, quello di casa" aveva scritto su facebook, parlando a proposito di quella prova superata di “un’esperienza unica, lunga e impegnativa ma necessaria. Mi darà l’opportunità di prendere aerei, treni, alloggi di fortuna, di salire a bordo, di viaggiare, lavorare e godere di questa pazza vita, di questo mare…”.

"Lo si vedeva di rado, a Milazzo - riporta il giornale messinese 98zero.com - Da tempo viveva a Imperia, ma era un autentico giramondo che amava viaggiare e scoprire. Piange Milazzo e piange anche Pace del Mela con la quale Massimo Imbesi conservava un forte legame. Qui viveva la sua famiglia. Proprio qualche giorno fa qui aveva incontrato alcuni amici di vecchia data, parlando da innamorato proprio di quell’isola sulla quale ha incontrato la morte".

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie