Cronaca
tragedia in spagna

E' stato ucciso il giovane ligure trovato morto a Valencia

Lesioni al cranio compatibili con un'aggressione. Si attende l'esito dell'autopsia sul corspo del savonese Federico Maria Occhipinti. I famigliari: "Niente droga e non era da poco uscito dal carcere"

E' stato ucciso il giovane ligure trovato morto a Valencia
Cronaca 31 Ottobre 2021 ore 22:01

Sarebbe stato vittima di un omicidio il 31enne savonese Federico Maria Occhipinti, trovato morto in un vicolo all'alba di giovedì scorso a Valencia, in zona Casitas Rosa de La Malva-rosa. Il giovane, residente a Cairo Montenotte, dove nei mesi scorsi era tornato con l'intenzione di stabilirsi e cercare lavoro, dopo anni trascorsi a Valencia, sarebbe vittima di un assassinio. Il suo corpo esanime era stato trovato lungo un marciapiede di Calle San Juan de Dios, con evidenti lividi sulla parte laterale e occipitale del cranio.

Secondo i media spagnoli Occhipinti era da poco uscito dal carcere

Secondo quanto riportato dai media spagnoli, Occhipinti era stato da poco rilasciato dal carcere di Picassent, dove era stato recluso per reati legati al suo passato.  Indiscrezioni di stampa riferiscono che il giovane ligure sarebbe andato alla Casitas Rosa (un quartiere degradato di Valencia) proprio per acquistare stupefacente - ipotesi contestata fortemente dai famigliari della vittima - anche se è ancora troppo presto per sapere se la persona che lo ha ucciso, magari con un oggetto contundente, abbia agito durante un fortuito litigio o se si tratti di premeditazione. Sul corpo del giovane verrà effettuata un'autopsia.

La ricostruzione dei giornali spagnoli contestata dai famigliari

A contraddire, almeno in parte, la ricostruzione dei media iberici ci sarebbero tuttavia fatti oggettivi rivelati a La Riviera dai famigliari del ragazzo, secondo i quali Federico non era "più stato coinvolto in fatti di droga e sicuramente non è uscito da poco dal carcere, visto che ha trascorso tutta l'estate in famiglia a Cairo, cercando di trovare lavoro qui, fino a un paio di mesi fa. La sua presenza nel quartiere è banalmente spiegabile dal fatto che abitava proprio a poche centinaia di metri dal luogo del delitto".

Secondo alcuni testimoni l'omicidio sarebbe avvenuto tra le 5.30 e le 7 di giovedì mattina. Un testimone ha riferito di essere passato nella zona verso le 5 del mattino e assicura di non aver visto nulla.  Un altro residente del quartiere dice di averlo visto prima di morire in compagnia di un connazionale. Mentre una donna ha detto di essere passata in quel luogo alle 7 del mattino, di ritorno dall'Ospedale, con il figlio, e di aver notato il corpo a terra, ma di non essersi allarmata. Era convinta che stesse dormendo, forse ubriaco o fatto. Invece si trattava di Federico, ed era già morto.

La zona in cui è stato trovato il morto è degradata e spesso teatro di fatti di sangue

Gli agenti della squadra omicidi della Polizia Nazionale di Valencia stanno seguendo le indagini per determinare la responsabilità di questo nuovo omicidio. La zona a quanto pare sarebbe spesso teatro di fatti di sangue.

A Valencia, nelle scorse ore, è volato il fratello di Occhipinti, Sergio. La famiglia, consapevole dei problemi con la droga avuti in passato da  Federico, sarebbe tuttavia convinta che quei problemi il ragazzo se li fosse messi alle spalle.

Un'amica spagnola, Arantxa, ne difende la memoria, contestando le sommarie ricostruzioni giornalistiche, che sarebbero tuttavia basate su fonti di polizia: "Tossicodipendente? Lo conosco da un anno, rideva sempre (...), non ho mai visto un gesto cattivo, né sapevo della prigione. In quella zona c'è di tutto, non doveva andarci quindi c'è qualcosa di strano... vedo solo un ragazzo che è stato ucciso quindi vediamo se scoprono cosa è successo... che dolore".

Necrologie