Cronaca
Prezzi da capogiro

Ecco quanto costa un paziente in terapia intensiva

La cifra, scorporata, rimanda al costo del personale, ai Farmaci e al Materiale sanitario, ad attività sanitarie di supporto e altri costi

Ecco quanto costa un paziente in terapia intensiva
Cronaca 27 Dicembre 2021 ore 12:15

Quanto costa un ricoverato in terapia intensiva? Se l'è chiesto il chiavarese Enrico Mazzino, docente universitario ed economista intervistato dai colleghi di primaillevante.it , che ha analizzato e comparato gli ultimi dati.

L'analisi

Dice Mazzino:

"Purtroppo stanno aumentando i contagi e i ricoveri. Un rilancio, quello del virus mai domato, che ha implicazioni non soltanto sanitarie ma anche economiche. Vale per le degenze nelle terapie intensive, nelle sub-intensive e nelle Medicine di urgenza degli Ospedali. Nessun confronto con le prime devastanti ondate della pandemia ma nelle Rianimazioni e nei Reparti tornano ad affluire i malati. Si tratta di pazienti Covid, più e meno gravi, bisognosi di trattamenti sofisticati, con costi proporzionali.

Una breve ricognizione sui costi delle degenze in terapia intensiva non è difficile farla e la mia attenzione si è focalizzata soprattutto analizzando i dati della Città della Salute di Torino, una tra le maggiori Aziende Ospedaliero-Universitarie in Italia e in Europa. Come riferimento per stimare il costo medio dei ricoveri è stato preso il periodo marzo-maggio 2020, quando le Rianimazioni erano completamente assorbite dai pazienti Covid. Numeri validi anche oggi. La differenza sta nel quadro assai più favorevole che spesso riguarda degenze più brevi.

Restando al dato dell'anno scorso e prendendo come base una degenza di 9-10 giorni, è stato calcolato un costo medio pari a circa 2.800 euro al giorno.

La cifra, scorporata, rimanda al costo del personale (circa 1.108 euro), ai Farmaci e al Materiale sanitario (circa 624 euro), ad attività sanitarie di supporto (circa 724 euro) più 320 Euro di altri costi.
Complessivamente si parla di poco più di 28.000 euro.

Naturalmente la durata del ricovero varia da paziente a paziente in base all'età, al quadro clinico e ad un'altra serie di fattori, la durata della degenza può arrivare a 25 giorni, così come risolversi in meno di una settimana.
Da considerare che il costo delle terapie intensive, dove oggi approdano prevalentemente persone non vaccinate, si somma a quello delle sub-intensive e dei ricoveri nei Reparti ordinari.

Ogni livello ha un costo, in proporzione: Personale, Farmaci, Apparecchiature.

Un altro studio, inoltre, sempre per quanti hanno contratto il Covid, rimanda alla terapia con Anticorpi monoclonali e tra questi, quelli di nuova generazione, in distribuzione nei centri di riferimento, sono stati testati in vitro per coprire anche le varianti. Vanno somministrati in fase precoce, entro cinque-sei giorni al massimo dall'insorgenza dei sintomi, e in alcuni casi, ad es. i pazienti immunodepressi, a scopo preventivo. Si ricorre a questo genere di terapia proprio per evitare il ricovero: con una sola infusione il rischio si riduce dal 50 all'80 per cento. Il costo varia dai 1.500 ai 2.000 euro.

L’attenzione non va solo alla curva dei casi, ma soprattutto ai ricoveri e ai pazienti in terapia intensiva che continuano a salire in questi giorni e che potrebbero raggiungere quote elevate proprio nel mese di dicembre.
Al momento, però, la situazione nel nostro Paese rimane stabile: l'attenzione rimane focalizzata sulla campagna vaccinale per le terze dosi e sul Green Pass. Solo il vaccino può frenare la curva, questo è fuori di ogni dubbio".

Necrologie