Cronaca

"Emorragia inarrestabile", i sindacati gelano il Casinò

La preoccupante fotografia: ecco i dati raccolti dai sindacati sulla profonda crisi della casa da gioco

"Emorragia inarrestabile", i sindacati gelano il Casinò
Cronaca Sanremo, 25 Maggio 2018 ore 17:54

"Emorragia inarrestabile", i sindacati gelano il Casinò

Le sigle sindacali Fisascat Cisl e UGL Terziario del Casinò di Sanremo annunciano che disporranno di 30 ore di sciopero già dalla giornata di oggi, a margine della chiusura del Tavolo tecnico chiesto ed ottenuto con le abitazioni del ponte del primo maggio. Ecco perché, per i lavoratori e i sindacati, la situazione è tutt'altro che risolta.

La nota stampa

Le scriventi organizzazioni sindacali, Fisascat Cisl Ugl Terziario, comunicano che in seguito all’assemblea retribuita tenutasi oggi 25 maggio 2018, non trovando accettabile la totale chiusura da parte dell’azienda, nella figura del responsabile del reparto giochi, sui temi chiarificati durante i tre giorni di sciopero indetti nel ponte del primo maggio, hanno votato per dar seguito alla dichiarazione di 30 ore di sciopero da utilizzare già nella giornata di oggi.
La formula decisa sarà di due ore al termine dei turni serali e di un’ora al termine del turno serale di doppia.
Il responsabile ha dichiarato la chiusura su tutte le richieste fatte al tavolo tecnico ove sono emersi dati agghiaccianti che siamo qui a denunciare; la direzione ha introdotto il nuovo gioco “rouge et noir” e ad oggi registriamo un’emorragia di incassi su quel gioco pari a 62.000 euro.
Le responsabilità non possono essere scaricate sempre sugli ultimi della gerarchia interna, la politica forse dovrebbe iniziare a chiamare il direttore generale, in scadenza di mandato, e chiedergli conto.
Oltre a ciò di per se’ inaccettabile, i dati avuti nei primi venti giorni di prova della variazione dei minimi e massimi hanno fatto riscontrare solo + 3.000 euro nonostante un torneo di poker, quindi circa 200 presenze in più rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, inoltre i giochi di carte hanno avuto un preoccupante decremento, il punto e banco ha perso il 40% degli introiti -64.000 , l’ultimate poker -50.000 euro e il rouge et noir - 63.000 euro solo black jack e fair roulette hanno portato un segno positivo.

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie