Cronaca

ESCLUSIVA: CONFESSA IL 18ENNE DEL TERRIBILE SCHIANTO SULL'AURELIA BIS CON L'AUTO DELLA MADRE, POSITIVO AD ALCOL E 3 DROGHE/ "VOGLIO REDIMERMI"

ESCLUSIVA: CONFESSA IL 18ENNE DEL TERRIBILE SCHIANTO SULL'AURELIA BIS CON L'AUTO DELLA MADRE, POSITIVO AD ALCOL E 3 DROGHE/ "VOGLIO REDIMERMI"
Cronaca Sanremo, 11 Maggio 2017 ore 10:37

Sanremo - Ha confessato di aver rubato le chiavi della madre (il doppione custodito in casa e non quelle della borsetta) e di aver sottratto la sua auto, una Ford Focus, per andare a Sanremo. Ha anche aggiunto di aver bevuto del vino e di aver assunto degli stupefacenti il giorno prima, ma ha infine detto di aver commesso un grave errore e di voler redimersi.

Parliamo del ragazzo di Arma di Taggia, che il 4 maggio scorso, di ritorno da Sanremo, sull'Aurelia Bis, all'altezza dell'imbocco di San Martino, si è schiantato contro il guard rail carambolando più volte e distruggendo la vettura, che tra l'altro ha perso il motore per strada, a caua del terribile impatto.

Il giovane (che guidava senza aver mai conseguito la patente), era stato trovato positivo non soltanto all'alcol (con un tasso di 1,2 circa grammi per litro), ma anche ad hascisc, cocaina e benzodiazepine. Gli agenti della polizia municipale, che indagano sull'accaduto lo hanno denunciato per guida in stato di ebbrezza e senza patente.

A parte le migliaia di euro di multa che dovrà pagare e i processi giudiziari che dovrà sostenere, a livello fisico ha riportato gravi lesioni. E' fuori pericolo di vita, certo, ma ha subito una profonda ferita alla testa, con cinquanta punti di sutura.

Il ragazzo, che aveva sostenuto i primi tre anni di Liceo Scientifico, aveva poi lasciato la scuola. Un giovane di buona famiglia, con i genitori che oggi sono distrutti. Per fortuna, non è rimasto coinvolto nessun altro nello schianto e la speranza è che il giovane possa davvero redimersi, avendo tutta la vita davanti.

Fabrizio Tenerelli

Leggi (QUI) le altre notizie de primalariviera.it


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie