Cronaca
DISASTRO E OMICIDIO COLPOSI

Esplosione di Molini: disposta perizia, 3 feriti ancora in prognosi riservata

Il sostituto procuratore Maria Paola Marrali, di Imperia, ha assegnato all’ingegnere Remo Giulio Vaudano, di Torino

Esplosione di Molini: disposta perizia, 3 feriti ancora in prognosi riservata
Cronaca Imperia, 17 Novembre 2022 ore 11:53

L'ingegnere Vaudano ha già effettuato il sopralluogo nella casa di Molini

Il sostituto procuratore Maria Paola Marrali, di Imperia, ha assegnato all’ingegnere Remo Giulio Vaudano, di Torino, l’incarico di effettuare una perizia all’interno dell’abitazione di Molini di Triora, in alta Valle Argentina, dove il 31 ottobre scorso si è verificata la devastante esplosione che è costata la vita a Leonardo Franza, di 20 anni, morto dopo pochi giorni, per le ustioni riportate; mentre altri suoi quattro amici  (la fidanzata di lui, Marta Emanuelli; Sabrina Venturini, Tommaso Cosentino e  Fabiola Mannella) sono tuttora ricoverati in prognosi riservata al centro grandi ustionati dell’ospedale Villa Scassi di Sampierdarena, a Genova.

Il deposito atteso no prima dell'inizio del nuovo anno

Sono, invece, in fase di miglioramento le condizioni del sesto ragazzo coinvolto, Stefano Cassini, che nel frattempo è stato ascoltato dagli inquirenti. L’ingegnere ha già effettuato il sopralluogo assieme ai vigli del fuoco e ai carabinieri, ma il deposito della perizia non dovrebbe avvenire prima dell’inizio del prossimo anno. La procura ha aperto un’inchiesta per disastro e omicidio colposi, al momento contro ignoti. L’eventuale iscrizione di nomi nel registro degli indagati avverrà successivamente al deposito degli atti relativi ai nuovi accertamenti. 

Aggiornamento sui feriti a Villa Scassi

In relazione alle condizioni cliniche dei quattro ragazzi ricoverati presso il Centro Grandi Ustionati e Chirurgia Plastica dell’Ospedale Villa Scassi - Asl3 comunica quanto segue.

Sciolta la prognosi riservata per uno dei pazienti per il quale è prevista la dimissione entro fine settimana. Condizioni stabili per gli altri pazienti ricoverati: due respirano autonomamente e uno è ricoverato in Rianimazione. Permane per il momento la prognosi riservata.

Fabrizio Tenerelli

Seguici sui nostri canali
Necrologie