Cronaca

Fantoccio di un cadavere appeso a un cavalcavia dell'A10/ Denunciato 30enne/ Le Foto

Un uomo di 30 anni, C.D., di Albenga (Savona) è stato indagato con l'accusa di procurato allarme, in seguito a una indagine della polizia stradale di Imperia.

Fantoccio di un cadavere appeso a un cavalcavia dell'A10/ Denunciato 30enne/ Le Foto
Cronaca Golfo Dianese, 18 Ottobre 2017 ore 11:01

Un uomo di 30 anni, C.D., di Albenga (Savona), affetto da disturbi della personalità, è stato indagato per procurato allarme, in quanto ritenuto l'autore del macabro scherzo commesso, il 28 luglio scorso, quando ha sistemato il fantoccio di un cadavere alla rete metallica del cavalcavia numero 74 della viabilità ordinaria, sovrastante la carreggiata autostradale, poco prima dell'area di servizio di Ceriale Nord, in direzione Francia, nel territorio comunale di Albenga. Sul posto interviene una pattuglia della sottosezione della polizia stradale di Imperia Ovest.

Gli agenti (diretti dal vice questore aggiunto Gianfranco Crocco) scoprono subito che si trattava di un fantoccio vestito con un paio di jeans e una maglia di colore amaranto. Era inoltre presente un biglietto assicurato con nastro isolante di colore nero sul quale era scritto a penna "per polizia e carabinieri, Batman Joker aprire".

Nel biglietto c'era una lettera nella quale l'allora ignoto "burlone" si attribuiva la responsabilità di alcuni reati verificatisi in provincia di Savona, avvisando che ne avrebbe compiuti altri.

Partono le indagini con i successivi esami del Gabinetto Regionale della Polizia Scientifica di Genova. Gli investigatori scoprono così un'impronta digitale sul fantoccio, risultata quella del trentenne che in passato era stato sottoposto a trattamento sanitario con l'ausilio della polizia municipale di Albenga, per alcuni disturbi della personalità. Le indagini sono coordinate dal pm Ubaldo Pelosi della Procura di Savona.

4 foto Sfoglia la gallery
Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie