Cronaca

FESTA DELLA POLIZIA. I dati di un anno intenso nel controllo del territorio

FESTA DELLA POLIZIA. I dati di un anno intenso nel controllo del territorio
Cronaca Golfo Dianese, 10 Aprile 2017 ore 12:54

Questa mattina presso la sala del Museo navale di Imperia si è svolta la Festa della Polizia alla quale hanno partecipato il prefetto Silvana Tizzano e il questore Leopoldo Laricchia. Numerosi i temi trattati tra i quali anche le varie operazioni portate avanti nel controllo del territorio. 

Il controllo del territorio rappresenta la principale forma di prevenzione, in grado di incidere direttamente sulla percezione della sicurezza da parte dei cittadini. In tale ottica, nel 2016, la Questura di Imperia ha dato avvio all’operazione “Senza fretta, senza tregua”, con il determinante concorso del Reparto Prevenzione Crimine Liguria e delle unità cinofile antidroga, messi a disposizione per il progetto specifico dal Dipartimento della Pubblica Sicurezza.

I dati: sono state registrate 26249 chiamate al 113.  201655 persone controllate, 1581 persone denunciate, 386 persone arrestate, 64326 veicoli controllati, 10727 posti di blocco e controlli, 381 kg di stupefacenti sequestrati, 8410 pezzi sequestrati di merce contraffatta, 287 armi sequestrate.

Immigrazione e frontiera. Anche l’anno appena trascorso ha visto la Polizia di Stato impegnata a fronteggiare l’eccezionale flusso migratorio che interessa soprattutto i comuni della zona di confine italo-francese, in un contesto reso sicuramente più delicato e complesso dai feroci attacchi terroristici perpetrati in diverse città europee, in particolare nella vicina Francia, con le stragi di Parigi e Nizza.  La primavera e l’estate del 2016 hanno visto giungere a ridosso della frontiera con la Francia, tuttora chiusa a seguito della sospensione del Trattato di Shengen, 27428 migranti intenzionati a varcare la frontiera a qualsiasi costo.

La squadra mobile. Nel corso dell’anno 2016, ha risolto brillantemente i casi che hanno suscitato il maggiore allarme sociale nella provincia, dagli incendi ai reati predatori, assicurando alla giustizia pericolosi criminali autori di fatti di sangue e cruente rapine sia in Sanremo che in Ventimiglia ed in altri comuni dell’estremo ponente. Inoltre, sono stati smantellati importanti sodalizi criminali dediti al favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, in collaborazione con la Squadra Mobile di Cremona e il Settore Polizia di Frontiera di Ventimiglia. Sono stati altresì monitorati e sottoposti a misure cautelari numerosi pregiudicati ritenuti di rilevante spessore criminale gravitanti nel comprensorio matuziano, anche nell’ambito della cooperazione internazionale che l’Ufficio investigativo porta avanti con le forze di polizia estere, in particolare con quelle francesi.

Per quanto riguarda l’andamento dei fenomeni criminali, dall’analisi dei dati statistici si riscontra una sensibile diminuzione generalizzata degli stessi in questa Provincia confermando il trend già rilevato nel 2015. Il calo ha riguardato in modo significativo i reati predatori, che costituiscono l’asse portante del fenomeno della criminalità diffusa e che destano il maggiore allarme sociale. Nel 2016, infatti, in provincia di Imperia sono stati commessi 10751 reati a fronte degli 11813 del 2015 (-9%); in particolare, per quanto riguarda i reati afferenti la cosiddetta criminalità diffusa, 5108 furti a fronte dei 5569 del 2015 (-8%) e 91 rapine a fronte delle 99 dell’anno precedente (-8%).

Polizia stradale. L’attività della Polizia Stradale, che quest’anno festeggia il 70° anniversario della sua fondazione,  si è svolta all'insegna della prevenzione, dei controlli e dell'informazione sulla via dell'ambizioso obiettivo europeo che prevede la riduzione del 50% del numero di morti sulle strade entro il 2020.  In tale ottica, la Polizia Stradale di concerto con le scuole della Provincia di Imperia, ha avviato una serie di controlli dei pullman utilizzati per le gite scolastiche.  Nel 2016 la Polizia Stradale ha denunciato 174 persone per violazioni al Codice della Strada di natura penale, contestando 7489 infrazioni e ritirando 662 documenti; ha rilevato inoltre 539 incidenti, di cui 5 mortali, 146 con feriti e 388 con soli danni ai mezzi.

Molto intensa anche l’attività della Polizia Postale e delle Comunicazioni (controllo capillare siti riconducibili all’estremismo islamico) e della Polizia Ferroviaria (autori di un salvataggioda morte certa di due migranti, poco più che adolescenti, che erano stati rinchiusi da un passeur nella minuscola cabina elettrica di un treno diretto in Francia).

I riconoscimenti . La Commissione Centrale  per le ricompense ha conferito, motu proprio, su proposta del Vice Direttore Generale della Pubblica Sicurezza, l’Encomio Solenne al dott. Leopoldo Laricchia, Questore della Provincia di Imperia, per il coordinamento e la gestione dell’emergenza migranti sul confine italo-francese.  La Commissione ha conferito inoltre le seguenti ricompense ai sottonotati appartenenti alla Polizia di Stato distintisi in operazioni di polizia

Tutti i nomi dei Riconoscimenti premiali in un articolo a parte.

Leggi qui altre notizie de primalariviera.it

 

 

 

 


Seguici sui nostri canali
Necrologie