"Continuiamo a rispettare le regole"

“Ho ricevuto la prima dose, mi sento benissimo” Il racconto del consigliere regionale

Il vaccino somministrato al presidente della II Commissione in quanto iscritto nella lista volontari vaccinatori. "Presterò la mia opera di volontariato dove servirà"

“Ho ricevuto la prima dose, mi sento benissimo” Il racconto del consigliere regionale
Cronaca Imperia, 31 Dicembre 2020 ore 14:55

E’ stata inoculata questa mattina, al consigliere regionale e presidente della II commissione  Brunello Brunetto, la prima dose di vaccino Pfizer-BioNTech

Brunello Brunetto riceve la prima dose di vaccino Pfizer

“Stamane ho ricevuto la prima dose del vaccino anti Covid-19 in quanto iscritto nella lista dei volontari vaccinatori per l’Asl2 Savonese e mi sento benissimo. Presterò la mia opera di volontariato dove servirà, in particolare nelle Rsa e nelle Residenze protette. La prossima settimana ci sarà il via alle prime vaccinazioni anche al Santa Corona di Pietra Ligure”. Lo ha comunicato il consigliere regionale e presidente della II commissione Salute e Sicurezza sociale Brunello Brunetto (Lega) che stamane ha partecipato alle somministrazioni delle prime dosi del vaccino Pfizer-BioNTech al San Paolo di Savona.

“Invito tutti i medici ad aderire alla campagna vaccinale”

“Il vaccino – ha ribadito Brunetto – non può essere obbligatorio, ma anche come medico invito i liguri ad aderire alla campagna vaccinale anti Covid-19 perché è necessario per la propria salute e quella di tutti. I vaccini che hanno ricevuto il via libera dall’Agenzia europea per i medicinali (EMA) sono sicuri. Non bisogna avere paura, ma eventualmente consultatevi anche con il vostro medico di fiducia”

“Bisogna continuare a rispettare le regole”

“Ricordo – spiega il medico – che le prime dosi del vaccino arrivate in Liguria vengono somministrate a un gruppo rappresentativo della popolazione maggiormente esposta al contagio e più a rischio: medici, tecnici e infermieri ospedalieri, operatori sociosanitari, medici di Medina generale, pediatri, dipendenti e ospiti di Rsa e Residenze protette, volontari delle pubbliche assistenze. Naturalmente, – conclude – bisogna continuare a rispettare le regole sanitarie. Soprattutto mantenere la distanza interpersonale, indossare la mascherina, lavarsi spesso le mani”.

Leggi QUI le altre notizie

Condividi
Top news
Glocal news
Video più visti
Foto più viste
Curiosità