Il monologo di Tiziano Ferro: "La felicità non è un privilegio, è un diritto"

Il toccante monologo di Tiziano Ferro per la finale del Festival di Sanremo 2020

Il monologo di Tiziano Ferro: "La felicità non è un privilegio, è un diritto"
Sanremo, 08 Febbraio 2020 ore 22:37

Il monologo di Tiziano Ferro per il Festival di Sanremo 2020

"Fra due settimane compio 40 anni e ho capito che la felicità non è privilegio, è un diritto. A 40 anni per la prima volta ho sognato dio. Aveva il viso di un adolescente e mi diceva che ho strappato a morsi la vita che volevo. A 40 anni ho scoperto che non voglio essere una persona alterata dal male. Dove l'arroganza urla, il silenzio elegantemente afferma".

E ancora: "A 40 anni ho capito che non bisogna negarsi all’amore del padre e della madre, mai, né per orgoglio né per timore. L'amore è un lavoro lento e faticoso, fatto di mediazione e di pazienza, basta ascoltare. A 40 anni so che nessuno può vedere quanto è bello l'amore se non condividi con il mondo il tuo sorriso da innamorato".

"Grazie Tiziano per le tue parole coraggiose" commenta Amadeus.

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie