Cronaca
IL COLPO NELL'AGOSTO DEL 2020

Indagati 3 napoletani accusati della rapina di un orologio da 40mila euro a Sanremo

Tre napoletani considerati "trasfertisti" del crimine sono stati indagati dalla polizia per la rapina di un orologio da 40mila euro

Indagati 3 napoletani accusati della rapina di un orologio da 40mila euro a Sanremo
Cronaca Sanremo, 16 Luglio 2021 ore 17:23

Indagati tre napoletani

Tre napoletani considerati "trasfertisti" del crimine sono stati indagati dalla polizia, in quanto considerati gli autori della rapina di un orologio da 40mila euro. La vicenda risale a una sere di agosto del 2020, quando un turista in vacanza con la propria famiglia, mentre è in attesa di parcheggiare la propria auto, viene avvicinato da due uomini a bordo di uno scooter con indosso un casco. Uno di loro, con un gesto repentino, si infila con mezzo busto all'interno della vettura e con violenza gli strappa l'orologio dal polso.

Tra i due nasce una colluttazione, alla fine della quale l'uomo a bordo del ciclomotore si impossessa dell'orologio, con marchio di una nota casa Svizzera e del valore di circa quarantamila euro. Dopo la segnalazione dell'accaduto, gli equipaggi sul territorio e gli uomini della Sezione Investigativa della polizia riescono, in poche pre, a risalire allo scooter sul quale era stata commessa la rapina.

Il veicolo viene ritrovato regolarmente parcheggiato in via Anselmi. Lo stesso è risultato di proprietà di un uomo residente a Napoli, già risultato come prestanome per intestazioni fittizie di diversi veicoli e utilizzati per compiere rapine, furti e altri reati di carattere predatorio. Dalle indagini risulta che l'attività delittuosa era stata organizzata nei dettagli, a Napoli, per essere messa a segno a Sanremo, con una vera e propria trasferta, terminata la quale ognuno è tornato a casa.

Necrologie