Sindacato

La Cgil costretta ad annullare la mobilitazione prevista per oggi

Oggi era previsto la mobilitazione nazionale unitaria che chiede con forza il rinnovo del Contratto Nazionale Multiservizi, Servizi integrati e Pulizie.

La Cgil costretta ad annullare la mobilitazione prevista per oggi
21 Ottobre 2020 ore 10:50

La difficile decisione presa dopo l’ordinanza regionale di Toti

Alla luce dell’ordinanza regionale emanata in serata che, a fronte dell’incremento dei pazienti positivi al Covid 19, vieta al punto 8 le manifestazioni pubbliche e private e ordina al punto 9 il “divieto assoluto di assembramento”, ci vediamo costretti ad annullare, su tutte le province liguri, i presidi di protesta previsti per oggi 21 ottobre, organizzati in occasione della mobilitazione nazionale unitaria che chiede con forza il rinnovo del Contratto Nazionale Multiservizi, Servizi integrati e Pulizie.

L’emergenza che ci sta nuovamente travolgendo vede i lavoratori di questo settore in prima linea per sanificare ospedali, luoghi di studio e di lavoro. Da oltre 7 anni hanno un contratto collettivo bloccato con una paga media di € 7 lordi all’ora. Ci atterremo scrupolosamente alle regole per salvaguardare la salute della cittadinanza, mentre la salute di questi lavoratori è spesso messa a rischio per mera volontà di risparmio.

Nonostante le ordinanze troveremo il modo di dare voce alla loro protesta.

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità