IL TERREMOTO SOCIAL

La portavoce di Toti: “Quelle parole nel tweet sono un’immensa cazzata”

La difesa dei suoi assessori Marco Scajola e Gianni Berrino dopo le frasi sugli anziani liguri vittime del covid contenute in un tweet del Governatore di questa mattina

La portavoce di Toti: “Quelle parole nel tweet sono un’immensa cazzata”
01 Novembre 2020 ore 22:57

Ore drammatiche, ad alta tensione per lo staff del presidente della regione Liguria Giovanni Toti dopo il terremoto scatenato da un tweet (spiegato come un errore dei suoi social manager) dal contenuto imbarazzante nei confronti degli anziani, pensionati, vittime per Covid. In serata, dopo un fiume di critiche, seguite dalla difesa dei suoi più stretti collaboratori, è arrivato anche il post di Jessica Nicolini, “portavoce e responsabile della comunicazione” del Governatore della Liguria. Il caso è stato rilanciato anche dai tg nazionali in prima serata

Il post di Jessica Nicolini: “Su chi non vede l’ora di far licenziare qualcuno…”

“Sono la portavoce e responsabile della comunicazione del presidente Toti – scrive Jessica Nicolini – E quindi parlo io a nome di tutti. Quelle parole nel tweet sono state un’immensa cazzata. A volte si sbaglia, e abbiamo sbagliato. Chiedo scusa a nome di tutto il team social per chi si è sentito offeso. Ma Giovanni Toti non ha mai pensato quel che il tweet esprime. Il pensiero di Toti è tutto nei messaggi che hanno preceduto e seguito quel messaggio. Ed è molto chiaro. Noi abbiamo sbagliato travisando nella sintesi il significato del pensiero. Beato chi non fa errori nel proprio lavoro. Su chi non vede l’ora di far licenziare qualcuno in un momento come questo o gode sugli errori degli altri preferisco invece non esprimermi. Un grazie invece a chi in queste ore ha capito e ci è stato vicino”

Jessica Nicolini con il governatore Toti

La difesa di Berrino: “Io sto con Toti, non ho dubbi del suo pensiero su deboli e fragili”

L’assessore regionale Gianni Berrino, di Sanremo, sotto il successivo post di Toti in cui si scusa e spiega l’errore, scrive: “Questo post, pubblicato sotto, esprime il pensiero di Giovanni Toti, a proposito della strumentalizzazione per un post su tweet oggettivamente errato, ma che non rappresenta ovviamente il suo pensiero. Qualcuno ha sbagliato nel sintetizzare quello che il Presidente ha scritto in un suo post precedente su Facebook! L’errore di si tesi su tweeter è’ innegabile ma il post di Fb e’ chiaro ed esprime chiaramente la sensibilità e la voglia di proteggere gli anziani, che sono la categoria più debole ed esposta a questo stramaledetto virus. Chi continua ad attaccare a testa bassa, senza leggere il pensiero integrale, lo fa per astio politico e personale. Io sto con Toti, perché non ho dubbi, sul suo pensiero nei confronti dei deboli , dei fragili e di chi ha bisogno”.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Marco Scajola: “Tweet certamente sbagliato dal suo staff”

Gli fa eco il collega di giunta, l’imperiese Marco Scajola; “Le persone anziane, a causa dell’emergenza Coronavirus, sono le più fragili e le più esposte a gravi rischi di salute, come dimostrano i dati epidemiologici. Dobbiamo tutelarle e proteggerle al massimo, ed è ciò che Giovanni Toti e l’intera giunta stanno facendo da quando è cominciata la pandemia. Questo è sotto gli occhi di tutti, ogni giorno, altre interpretazioni e strumentalizzazioni per un tweet, certamente sbagliato del suo staff, non rappresentano la realtà”.

Giovanni Toti con Marco Scajola

 

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità