Cronaca

LICENZIATO INGIUSTAMENTE DALL'ASL IMPERIESE: GIUDICE CONDANNA L'AZIENDA A RIASSUMERLO E RISARCIRLO

LICENZIATO INGIUSTAMENTE DALL'ASL IMPERIESE: GIUDICE CONDANNA L'AZIENDA A RIASSUMERLO E RISARCIRLO
Cronaca Sanremo, 24 Maggio 2017 ore 13:33

IMPERIA - Un dipendente dell'Asl Imperiese, Roberto Zanin, imperiese di 64 anni, residente a San Lorenzo al mare, licenziato nel settembre scorso a pochi mesi dalla pensione, per non aver accettto al buio un demansionamento proposto dall'azienda sanitaria di Bussana, è stato reintegrato dal giudice del lavoro di Imperia, che ha condannato l'azienda a risarcirgli anche tutti gli stipendi degli ultimi nove mesi, oltre allle spese legali (oltre 3mila euro) e i contributi non versati.

La vicenda di Roberto Zanin - da oltre 40 anni dipendente dell'Asl 1 Imperiese -  si è conclusa ieri, quando il giudice Roberto De Martino ha comunicato la sua decisione. Per l'Asl è una sconfitta pesante, sia sotto l'aspetto economico, perché dovrà ora pagare al dipendente licenziato circa 10-15mila euro di stipendi arretrati (oltre alle spese legali e ai contributi: altri 10-15mila euro) sia sotto quello organizzativo perché dovrà riassumere il dipendente. Tutti i particolari domani sul settimanale La Riviera in edicola

(LEGGI QUI) le altre notizie de primalariviera.it


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie