I PARTICOLARI DELL'INCIDENTE

Lo schianto di Ventimiglia colpa dell’alta velocità: 29enne è in prognosi riservata

Il mezzo era condotto dal trentaduenne, che ha riportato lesioni di trenta giorni, mentre il passeggero è più grave ed ora è in prognosi riservata

Lo schianto di Ventimiglia colpa dell’alta velocità: 29enne è in prognosi riservata
Ventimiglia, 19 Settembre 2020 ore 13:24

Schianto di Ventimiglia

Sono due svizzeri, di 32 e 29 anni, gli occupanti della moto Honda Cbr 600 (di targa svizzera) rimasti gravemente feriti, nella notte, dopo essersi schiantati contro la panchina “gigante” situata alla fine del lungo Roya Girolamo Rossi, all’inizio del lungomare e nei pressi dello stabilimento Sirena. Il mezzo era condotto dal trentaduenne, che ha riportato lesioni di trenta giorni, mentre il passeggero è più grave ed ora è in prognosi riservata. Entrambi sono ricoverati all’ospedale Santa Corona di Pietra Ligure.

Accertamenti sono in corso da parte della polizia stradale per ricostruire la dinamica dell’incidente, ma a quanto si apprende ci sarebbe un testimone che ha visto la moto sfrecciare ad alta velocità e il conducente perdere il controllo, sbattendo contro la panchina. Ammesso che l’alta velocità è un elemento determinante, gli agenti stanno anche cercando di capire se il conducente possa essere stato colto da un colpo di sonno o se possa avere assunto alcol o altre sostanze. Per questo motivo è stato sottoposto ad esami medici.

Leggi qui le altre notizie

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità