Monumenti aperti a Camporosso per la giornata del Fai

E' in programma, domenica prossima (15 ottobre), a Camporosso, dalle 10 alle 18, la "Giornata Fai di autunno", con un itinerario alla scoperta del paese, fra arte e civiltà contadina; passato, presente e futuro di un borgo e della sua campagn

Monumenti aperti a Camporosso per la giornata del Fai
10 Ottobre 2017 ore 18:18

E’ in programma, domenica prossima (15 ottobre), a Camporosso, dalle 10 alle 18, la “Giornata Fai di autunno”, con un itinerario alla scoperta del paese, fra arte e civiltà contadina; passato, presente e futuro di un borgo e della sua campagna.

L’evento è stato presentato in Comune da una delegazione del Fai composta dall’architetto Roberta Cento Croce, presidente Fai per la Liguria; Maria Carmen Lanteri, Deanna Torassa, Gianni Dall’Aglio e Marzia Cicala, capogruppo “Fai Giovani” a cui aderisce chi ha tra i 18 e i 35 anni. Il sindaco di Camporosso, Davide Gibelli ha dichiarato: “E’ un grande onore poter far conoscere ai turisti, ma anche e soprattutto agli stessi camporossini, la realtà storico-monumentale di questo paese, porta della val Nervia. Non solo, anche la le sue radici nel territorio soprattutto quelle agricole, agro-industriali e ambientali”.

Il percorso inizia con l’appuntamento nel cuore del centro storico, in piazza Garibaldi, da cui avrà inizio una passeggiata alla scoperta della chiesa parrocchiale di San Marco, per poi raggiungere gli Oratori dei Bianchi e dei Neri che eccezionalmente aprono ai visitatori guidati dalla delegazione giovanile, per poi raggiungere la chiesa romanica di San Pietro.

Accanto alla visita tradizionale dei monumenti i partecipanti potranno apprezzare la laboriosità locale della produzione olearia con la visita ai due frantoi , quello delle Porte e quello dello Sfrollo, ora proprietà comunali, perfettamente conservati a ricordo dell’importanza di questo settore per l’economia del paese.

Alle attività con radici antiche il FAI ha voluto affiancare l’operosità tipicamente recente con il sopralluogo, mediante l’utilizzo di bus navetta, all’azienda agricola di Marco Damele dove viene prodotta la cipolla egiziana ligure, il Centro Archimede per la produzione di microalghe per l’industria cosmetica, mangimistica, farmaceutica e alimentare e la recente azienda “La lumaca della Val Nervia” gestita da giovani imprenditori.

Dai una mano a
Da settimane, i giornalisti del tuo quotidiano online lavorano, senza sosta e con grande difficoltà, per garantirti un'informazione precisa e puntuale dal tuo territorio, sull’emergenza Coronavirus. Tutto questo avviene gratuitamente.
Adesso, abbiamo bisogno del tuo sostegno. Con un piccolo contributo volontario, puoi aiutare le redazioni impegnate a fornirti un'informazione di qualità. Grazie.

Scegli il tuo contributo:
Top news regionali
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei