Cronaca

Multe effettuate allo stesso orario ma in tre zone diverse: nuove accuse al vigile Muraglia

Per il vigile in mutande chiesti 2 anni e otto mesi di reclusione per falso ideologico

Multe effettuate allo stesso orario ma in tre zone diverse: nuove accuse al vigile Muraglia
Cronaca Sanremo, 18 Giugno 2018 ore 07:39

Multe effettuate allo stesso orario ma in tre zone diverse: nuove accuse al vigile Muraglia

Per il vigile in mutande chiesti 2 anni e otto mesi di reclusione per falso ideologico

Era diventato, suo malgrado, il simbolo della mega inchiesta sui furbetti del cartellino. Alberto Muraglia, da tutta Italia noto come il "Vigile in mutande" per via della sua "abitudine", di timbrare il cartellino prima di infilarsi la divisa d'ordinanza, è di nuovo sotto le luci dei riflettori.

Ma questa volta non per le timbrature quantomeno "anomale" ma per avere, secondo le Fiamme Gialle, effettuate contravvenzioni alquanto anomale. In pratica il buon Muraglia avrebbe elevato multe, oltre che prima della sua entrata in servizio, anche in molti casi, se ne contano una ventina, esattamente alla stessa ora (5.45 del mattino) ma in tre posti diversi ossia Mercato annonario (dove lui tra l'altro aveva il suo alloggio), Foce e San Martino. Ad aggravare la situazione, secondo i pm, anche il fatto che il figlio del vigile lavorasse per la ditta che effettuava le rimozioni

Per Muraglia chiesti 2 anni e otto mesi di reclusione per falso ideologico

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie