Cronaca

NUOVO RICORSO RESPINTO PER UN ALTRO FURBETTO DEL CARTELLINO

Cronaca Sanremo, 28 Aprile 2017 ore 08:41

Sanremo - Un altro ricorso respinto dinanzi al Giudice del Lavoro  per un furbetto del cartellino licenziato in seguito alla tristemente nota operazione Stackanov della Guardi di Finanza del 22 ottobre 2015. Questa volta  a dover pagare 2500 euro di spese processuali al Comune di Sanremo è il commesso del servizio anagrafe (uno dei settori più colpiti dalla falce della Finanza) Antonio Carota.

L'uomo che davanti al giudice De Martino avrebbe cercato, secondo quanto scrive oggi Stampa e Secolo,  in tutti i modi di provare la sua innocenza e smontare la tesi accusatoria si sarebbe allontanato più volte dal posto di lavoro dimenticandosi di timbrare il badge per recarsi, principalmente, nel vicino bar. 

Leggi qui altre notizie de primalariviera.it


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie