Cronaca
Governatore Toti

"Ora più che mai è importante vaccinarsi"

Lieve aumento dei casi, il Governatore Toti rassicura "Liguria stabilmente in zona bianca grazie alla campagna vaccinale".

"Ora più che mai è importante vaccinarsi"
Cronaca Imperia, 28 Ottobre 2021 ore 18:38

"Oggi in Liguria il numero dei positivi ha superato le 100 unità." Così il presidente di Regione Liguria e assessore alla Sanità Giovanni Toti in merito alla circolazione del virus.

 

Ricoveri 20 volte inferiori al 2020

"Anche se nel dato - spiega - rientrano alcuni casi non registrati nei giorni scorsi è chiaro che la circolazione del virus sia lievemente in aumento, nonostante la nostra regione sia stabilmente in zona bianca e il numero degli ospedalizzati sia tornato a diminuire proprio grazie alla nostra campagna vaccinale che ci tutela dai casi più gravi; basta pensare che lo scorso fine ottobre i ricoveri erano 20 volte superiori. Proprio per questo rinnovo l’appello a chi non si è ancora messo in sicurezza a ricorrere al vaccino, per tutelare la propria salute e quella degli altri."

 

L'invito alla terza dose

" Invito anche tutti gli over 60 - rincara il governatore - a non aspettare la scadenza del Green Pass per effettuare la terza dose. Se sono passati 6 mesi dalla somministrazione della seconda dose non sussistono contrindicazioni e in questo modo le persone più esposte al virus potranno mettersi in sicurezza in un momento cruciale della pandemia”.

 

Il 77% dei Liguri ha completato il ciclo vaccinale

“L’incidenza media in Liguria è di 34 casi ogni ‪100.000‬ abitanti (20 a Savona, 24 a la Spezia, 58 a Imperia, 29 a Genova) quindi siamo ben al di sotto della soglia critica ma in questo momento è importante accelerare sulle prime dosi visto che l’aumento dei nuovi positivi si spiega con piccoli cluster dovuti anche a contesti di aggregazione. In Liguria, sulla popolazione over 12, sono 84,7% i vaccinati con la prima dose mentre sono il 77% quelli che hanno completato il ciclo. L’augurio è quello di arrivare prima possibile al 90% delle persone coperte almeno con una somministrazione”.

Necrologie