IL CASO POLITICO

Parcheggi: i tanti dubbi del consigliere Sismondini sulla gestione in house

"Si parla di guadagno, ma mi sa che non ci si rende conto dei costi. Quasi tutte le società partecipate italiane hanno i conti perennemente in rosso"

Parcheggi: i tanti dubbi del consigliere Sismondini sulla gestione in house
Ventimiglia, 08 Novembre 2020 ore 09:35

Gestione in house dei parcheggi, le riflessioni di Gabriele Sismondini

“Sono ormai due giorni che si leggono comunicati della lista Scullino in merito alla questione dei parcheggi. A prescindere da certe affermazioni che mi lasciano attonito, in particolar modo se fatte da degli amministratori, vorrei porre alcune domande e magari dare qualche suggerimento”. Inizia così una riflessione del consigliere comunale di minoranza Gabriele Sismondini.

“Innanzitutto non si capisce cosa voglia dire avere la gestione dei parcheggi “in house”, l’amministrazione comunale sa a cosa va incontro? Ha idea del costo degli impianti? Ha intenzione di assumere nuovo personale per la gestione dei parcheggi? Verranno assunti i dipendenti della ditta Colombo e diventeranno comunali? Si vuole creare una partecipata 100% comunale che si occuperà della gestione? Si vuole riesumare Civitas (società per altro in liquidazione, che a questa città ha causato non pochi danni)?”

Si parla di guadagno, ma mi sa che non ci si rende conto dei costi”

“Si parla di guadagno, ma mi sa che non ci si rende conto dei costi. Quasi tutte le società partecipate italiane hanno i conti perennemente in rosso e a Ventimiglia ne abbiamo avuto prova. A causa di Civitas abbiamo perso o svenduto gran parte del patrimonio comunale. Forse questo i cittadini non lo sanno, ma è bene non prenderli in giro. La gestione di un servizio non è una barzelletta, ci sono ditte che svolgono questo lavoro da anni, fanno degli investimenti e il Comune non deve sborsare un solo centesimo, solo incassare la percentuale concordata (che ad oggi se non erro è il 77% degli incassi)”.

“Se solo in quest’anno ricco di tragedie (Lockdown, alluvione, altro imminente Lockdown) il comune avesse avuto in gestione i parcheggi blu, probabilmente sarebbe andato in perdita di un bel po’ di soldi, considerando gli stipendi, i danni subiti e i mancati incassi. Potrei capire la scelta politica di fare una gara, anche se con tutti i problemi che abbiamo, io non la considero una priorità. Sarebbe utile aspettare, in virtù del fatto della costruzione dei tanto decantati nuovi parcheggi nelle aree ferroviarie (che ad oggi non ci sono ancora) e magari provare a dare una gestione unica”.

“Si parla altresì di una gestione all’avanguardia…”

“Si parla altresì di una gestione all’avanguardia, ma i consiglieri che firmano queste proposte al sindaco (che sinceramente mi sembra decisamente una pagliacciata visto che un’amministrazione composta da più liste dovrebbe rispettare il programma elettorale presentato ai cittadini anzichè fare patti dopo un anno e mezzo) lo sanno che è il comune a scrivere i bandi per le gare d’appalto e che pertanto è il comune a specificare che tipo di servizio vuole sia offerto ai cittadini? Di sicuro non è colpa della ditta Colombo se è 40 anni che lavora a Ventimiglia, è sempre stata legittimata da gare d’appalto o da proroghe legittime e non ha mai mancato di versare l’aggio al comune.
Non riesco a capire questa fretta, magari qualcuno me la potrà spiegare. Spero in consiglio comunale, come dovrebbe essere giusto. Ma ora mi sorge un dubbio, non è che l’amministrazione Scullino vuole creare una nuova municipalizzata al fine di creare nuove poltrone per stabilizzare la sua ormai traballante maggioranza?”.

Leggi qui le altre notizie

Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità