Cronaca
Ventimiglia

"Pattuglia mista" arresta un passeur alla Barriera

L'arresto in seguito alla cooperazione tra le forze di Polizia italiane e francesi volta al contrasto dell'immigrazione clandestina.

"Pattuglia mista" arresta un passeur alla Barriera
Cronaca Ventimiglia, 18 Novembre 2021 ore 16:18

Continua  l'attività di prevenzione e controllo da parte della Polizia di Frontiera di Ventimiglia.

 

Polizia blocca passeur di 28 anni

Un passeur francese di 28 anni è stato intercettato durante un servizio di cooperazione italo/francese mirato proprio al contrasto dell'immigrazione clandestina nell'ambito delle cosiddetta Pattuglia Mista.

 

Quattro stranieri a bordo

I poliziotti dei due Paesi, in servizio nei pressi della barriera autostradale, hanno notato una Citroen C4 con targa francese che, con diverse persone a bordo, tentava di oltrepassare il confine. Il passeur, resosi conto di essere inseguito dagli Agenti, si arrestava improvvisamente cercando di far scendere i clandestini in mezzo alla carreggiata. Poco prima dinessere raggiunto riprendeva, invano, la corsa, prima di essere bloccato.

 

Dall'auto sono scesi 4 cittadini stranieri (3 egiziani e un ivoriano) mentre il passeur, che dichiarava di aver percepito 120 euro per far loro attraversare la frontiera, è immediatamente tratto in arresto per favoreggiamento dell'immigrazione clandestina. Lo stesso, con numerosi precedenti penali in Francia, è stato messo a disposizione della A.G. in attesa del rito per direttissima.

 

Un altro arresto

A.E., cittadino egiziano di 38 anni, veniva tratto in arresto a seguito di approfonditi accertamenti svolti dalla Polizia di Frontiera dopo il suo respingimento da parte francese. A carico dello straniero infatti risultava un provvedimento di Revoca di decreto di sospensione di Ordine di Esecuzione per la Carcerazione e Ripristino dellOrdine medesimo, emesso lo scorso mese di ottobre dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte di Appello di Roma, dovendo espiare 4 mesi di reclusione in ordine a reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti.
Al termine delle formalità, lo straniero veniva associato al Carcere di Sanremo.

 

Necrologie