Cronaca

Protesta dei sindacati contro le criticità del settore pubblico e della sanità

MIlena Speranza: "nel periodo pubblico hanno tenuto su un sistema e sono quelli chiamati, soprattutto in sanità eroi, noi non vogliamo parlare di eroi ma riteniamo che abbiamo diritto alla loro giusta retribuzione"

Protesta dei sindacati contro le criticità del settore pubblico e della sanità
Cronaca Imperia, 25 Marzo 2022 ore 12:19

Erano circa una quarantina questa mattina i sindacalisti che si sono riuniti davanti dalla sede della Prefettura per protestare contro le criticità del settore pubblico e della sanità.

Le sigle presenti alla protesta erano FP, Cgil Imperia, Cisl Fp Liguria e Uil Fpl Ponente ligure. Quello che chiedono risposte per le lavoratrici e lavoratori dei comparti funzioni locali e sanità che in questi anni, specialmente gli ultimi due, hanno garantito servizi essenziali e diritti costituzionali ai cittadini.

"In tutta Italia stiamo protestando- afferma Nico Zanchi della Cisl-proprio perché oltre al rinnovo dei contratti chiediamo lo sblocco dei fondi per assumere personale. La Conferenza Stato-Regione ha siglato una richiesta per fare questa operazione. Servono risorse nuove sia a livello contrattuale ma anche per pagare le indennità"

“Abbiamo dei contratti scaduti da anni- spiega Milena Speranza della Uil- veniamo fuori da un contratto precario ma che non dà le risposte giuste ai lavoratori siamo qui oggi perché riteniamo che il pubblico impiego che nel periodo pubblico hanno tenuto su un sistema e sono quelli chiamati, soprattutto in sanità eroi, noi non vogliamo parlare di eroi ma riteniamo che abbiamo diritto alla loro giusta retribuzione nonché a una revisione di quelle indennità che servivano per andare in qualche modo da colmare le esigenze dei reparti che si occupavano dell'emergenza"

"Se penso che in uno Stato con tante difficoltà- afferma Tiziano Tomatis- il motore del pubblico impiego è stato portato avanti esclusivamente dai lavoratori dipendenti. Ad oggi mancano risorse per affrontare in maniera dignitosa sia la parte lavorativa che la privata"

 

Foto

6 foto Sfoglia la gallery

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie