Cronaca
LA REPLICA ALLE ACCUSE

Querelle sui tamponi: il dg di Asl 1 al sindaco Scullino, zona intemelia la più refrattaria al vaccino

“Comprendiamo lo sfogo del sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino, anche se in tutto questo tempo Asl1 non è stata con le mani in mano"

Querelle sui tamponi: il dg di Asl 1 al sindaco Scullino, zona intemelia la più refrattaria al vaccino
Cronaca Ventimiglia, 30 Ottobre 2021 ore 15:53

Il dg di Asl 1 Silvio Falco risponde al sindaco di Ventimiglia Scullino

“Comprendiamo lo sfogo del sindaco di Ventimiglia Gaetano Scullino, anche se in tutto questo tempo Asl1 non è stata certo con le mani in mano. Siamo al lavoro, infatti, per organizzare giornate di screening presso l'ospedale di Bordighera in modo che la cittadinanza residente in zona e non vaccinata, possa fare il tampone per l'ottenimento del Green Pass".

A parlare è il direttore generale di Asl 1, Silvio Falco, che risponde al sindaco di Ventimiglia, Gaetano Scullino, che ha attaccato l'Asl per non aver fornito anche il distretto sanitario 1 di un posto pubblico in cui effettuare tamponi al costo di 15 euro, come avvenuto al Palasalute di Imperia e al Palafiori di Sanremo.

"Asl1 e Regione Liguria nella persona del presidente Toti è al fianco delle comunità e non farà mancare il suo apporto alla cittadinanza. Vorrei tranquillizzare il sindaco Scullino, - prosegue il Dg - affermando che l'impegno di Asl1 non si farà attendere, oltre a ricordare inoltre che nel Distretto Socio Sanitario di Ventimiglia sono 13 le farmacie convenzionate per l'effettuazione del tampone".

E aggiunge: "Nello stesso tempo però mi rivolgo al primo cittadino di Ventimiglia – evidenzia Falco - nonché presidente del Distretto Socio Sanitario 1, affinché ci sostenga nel sensibilizzare maggiormente la cittadinanza ad effettuare il vaccino, il quale ad oggi è l'unico strumento realmente efficace per mettere in un angolo il virus. La zona intemelia infatti, oltre ad essere purtroppo protagonista della cronaca, vedi l'imbrattamento dell'hub vaccinale di Camporosso, dell'ospedale di Bordighera e della sede Asl1 della città di confine da parte dei cosiddetti “no vax”, è anche l'area della provincia di Imperia più refrattaria alla vaccinazione”.

 

Necrologie