Cronaca

Ragazza riconosce il proprio stupratore in tribunale

A quasi cinque mesi di distanza dalla violenza carnale, ha riconosciuto il proprio stupratore, stamani, nel corso dell’incidente probatorio

Ragazza riconosce il proprio stupratore in tribunale
Cronaca Sanremo, 08 Marzo 2019 ore 16:46

Stupratore

A quasi cinque mesi di distanza dalla violenza carnale, ha riconosciuto il proprio stupratore, stamani, nel corso dell’incidente probatorio, che si è svolto in tribunale a Imperia, davanti al gip Paolo Luppi e al pubblico ministero Enrico Cinnella della Porta. Si tratta della marittima britannica di 23 anni, violentata il 9 ottobre scorso, sulla pista ciclabile di Sanremo e per il cui reato è finito in carcere Rodrigo De Franco, di 36 anni, di origine sudamericana, detenuto in carcere a Biella.

La giovane ha risposto alle domande del gip e del pm alla presenza del proprio difensore, l’avvocato Andrea Artioli e anche dell’imputato, quest’ultimo però oscurato da un paravento. Verso la fine dell’interrogatorio (iniziato verso le 12.15 e terminato intorno alle 14.45), l’autorità giudiziaria ha proceduto al riconoscimento formale. E’ stato così spostato il paravento e la giovane ha subito riconosciuto quell’uomo che l’ha assalita. La testimonianza della giovane è stata anticipata, in quanto trattandosi di straniera, c'è il rischio - anche per motivi di lavoro - che possa allontanarsi presto dall'Italia.

Per adescare la ragazza, l'uomo finse un malore e quando quest'ultima si fermò per soccorrerlo, la costrinse sotto minaccia a seguirlo in un luogo appartato, dove si consumò la violenza. A incastrare l'uomo non solo l'identikit fornito dalla ventitreenne, ma anche i filmati di una telecamera situata sull'Aurelia, che aveva ripreso il sudamericano mentre si allontanava. De Franco si trovava agli arresti domiciliari per resistenza e lesioni a pubblico ufficiale, quando ha commesso lo stupro. Aveva, infatti, prima danneggiato un'automobile della polizia e poi aggredito gli agenti.

Leggi QUI le altre notizie

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie