Cronaca
VIDEO INTERVISTA

Rischio idrogeologico alla foce del San Lazzaro, allarme della Lega Navale di Sanremo

La Lega Navale di Sanremo rinnova l'appello al Comune a intervenire per mettere in sicurezza la zona della foce

Cronaca Sanremo, 29 Ottobre 2021 ore 09:23

Rischio idrogeologico alla foce del torrente San Lazzaro, a Sanremo

E' rischio idrogeologico alla foce del torrente San Lazzaro, a Sanremo, il corso d'acqua che, per intenderci, confluisce in mare nel bacino di Portosole, accanto all'"ecomostro" il rudere dell'hotel a cinque stelle i cui lavori di costruzione vennero bloccati sul nascere. A farne le spese, in questo caso, è la Lega Navale di Sanremo, come sottolinea il consigliere dell'associazione sportiva, Ulrico Martinelli.

Motivo: già in seguito alle ultime piogge, si è creata una barriera di ghiaia che ha praticamente deviato la foce del torrente, col risultato che il lembo di spiaggia utilizzato per il rimessaggio delle barche viene ricoperto costantemente di detriti, sabbia e pietre. Un problema che negli ultimi anni ha comportato la scomparsa di un molo che è stato sotterrato. Il problema, però, potrebbe verificarsi nel caso di una forte ondata di maltempo, col rischio che si formi il classico "tappo", che se dovesse sfogarsi contro il deposito delle barche creerebbe enormi problemi al circolo.

"Non c'è un regolare afflusso dell'acqua - avverte Martinelli - e in questo momento sta defluendo nella nostra zona, dove i bambini della scuola vela e canoa scendono con le barche e porta anche tanta sporcizia". Prosegue Martinelli: "Tra l'altro, adesso andiamo verso la stagione delle piogge e il torrente vediamo che c'è un po' d'acqua, se no arriva all'altezza del muretto e con le onde che da sei-sette anni allagano la nostra area". La Lega Navale rinnova l'appello al Comune a intervenire per mettere in sicurezza la zona della foce.

La video intervista a Ulrico Martinelli

Necrologie