Cronaca
PUBBLICATO IL DECRETO

Scuola: da oggi via con le nuove regole. Cosa cambia classe per classe

Le vecchie norme non hanno più valore dal 5 febbraio.

Scuola: da oggi via con le nuove regole. Cosa cambia classe per classe
Cronaca 07 Febbraio 2022 ore 14:20

Il Decreto è stato pubblicato in Gazzetta ufficiale nella serata di venerdì 4 febbraio 2022 e da oggi, lunedì 7 febbraio, se ne vedranno gli effetti. Cambiano dunque le regole per quarantene e Dad nelle scuole italiane. Anche per chi ha chiuso la scorsa settimana in quarantena, con l'effetto retroattivo del decreto.

Ma non c'è solo la scuola: da oggi scatta anche il Green pass illimitato per vaccinati con tre dosi e guariti con due.

Scuola: da oggi in vigore le nuove regole

Il decreto era atteso nel week end e contiene, oltre alle norme per la scuola, anche quelle sul Green pass a tempo indeterminato (che vale per i vaccinati con tre dosi e anche per coloro che sono guariti dopo averne fatte due). E certifica anche quelle per le scuole, volute dal Governo per ridurre ulteriormente il ricorso alla Dad. Norme che però hanno evidenziato qualche frattura nell'Esecutivo, con la Lega che non ha partecipato al voto ritenendo discriminatorio il provvedimento che distingue tra vaccinati  e non.

Vediamo insieme un riepilogo delle norme con la spiegazione del Ministero.

Scuola dell’infanzia – Servizi educativi per l’infanzia

Fino a quattro casi di positività nella stessa sezione/gruppo classe, l’attività educativa e didattica prosegue in presenza per tutti.

È previsto l’utilizzo di mascherine Ffp2 da parte dei docenti e degli educatori fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività

In caso di comparsa di sintomi, è obbligatorio effettuare un test antigenico (rapido o autosomministrato) o un test molecolare. Se si è ancora sintomatici, il test va ripetuto al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

Con cinque o più casi di positività nella stessa sezione/gruppo classe l’attività educativa e didattica è sospesa per cinque giorni.

 

Scuola primaria

Fino a quattro casi di positività nella stessa classe le attività proseguono per tutti in presenza con l’utilizzo di mascherine Ffp2 (sia nel caso dei docenti che degli alunni sopra i 6 anni) fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività.

In caso di comparsa di sintomi, è obbligatorio effettuare un test antigenico (rapido o autosomministrato) o un molecolare. Se si è ancora sintomatici, il test va ripetuto al quinto giorno successivo alla data dell’ultimo contatto.

Con cinque o più casi di positività nella stessa classe i vaccinati e i guariti da meno di 120 giorni o dopo il ciclo vaccinale primario, i vaccinati con dose di richiamo e gli esenti dalla vaccinazione proseguono l’attività in presenza con l’utilizzo della mascherina ffp2 (sia nel caso dei docenti che degli alunni sopra i 6 anni) fino al decimo giorno successivo alla conoscenza dell’ultimo caso di positività.

Per la permanenza in aula è sufficiente la certificazione verde, controllata tramite App mobile.

Per gli altri alunni è prevista la didattica digitale integrata per cinque giorni.

Scuola secondaria di I e II grado

Con un caso di positività nella stessa classe l’attività didattica prosegue per tutti con l’utilizzo di mascherine ffp2

Con due o più casi di positività nella stessa classe i vaccinati e i guariti da meno di 120 giorni o dopo il ciclo vaccinale primario, i vaccinati con dose di richiamo e gli esenti dalla vaccinazione proseguono l’attività in presenza con l’utilizzo di mascherine ffp2.

Per gli altri studenti è prevista la didattica digitale integrata per cinque giorni

Regime sanitario

Con cinque o più casi di positività nei servizi educativi per l’infanzia, nella scuola dell’infanzia e nella scuola primaria e con due casi o più di positività nella scuola secondaria di I e II grado, si applica ai bambini e agli alunni il regime sanitario dell’autosorveglianza, ove ne ricorrano le condizioni (vaccinati e guariti da meno di 120 giorni o dopo il ciclo vaccinale primario, vaccinati con dose di richiamo), altrimenti si applica il regime sanitario della quarantena precauzionale di cinque giorni, che termina con un tampone negativo. Per i successivi cinque giorni dopo il rientro dalla quarantena gli studenti dai 6 anni in su indossano la mascherina Ffp2.

Tamponi fai da te

Cosa succede per le classi attualmente in quarantena

Un passaggio molto atteso era quello che riguardava le classi che attualmente sono in quarantena, magari essendoci finite venerdì. Il Decreto non lo specifica  esplicitamente, ma all’articolo 6 si legge:

Nel decreto si specifica che “l’articolo 4 del decreto-legge 7 gennaio 2022, n. 1, e il comma 1 dell’articolo 30 del decreto-legge 27 gennaio 2022, n. 4, sono abrogati a decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto e le misure già disposte ai sensi del citato articolo 4 sono ridefinite in funzione di quanto disposto dal presente articolo“.

Le vecchie regole non hanno pertanto più efficacia a partire dal 5 febbraio.

A fare un po' di chiarezza è intervenuto Rossano Sasso, sottosegretario del Ministero dell'Istruzione "Facciamo chiarezza: l'art.6 comma 6 del decreto covid stabilisce che a decorrere dall'entrata in vigore del presente, le misure sulla quarantena disposte precedentemente devono essere rimodulate sulla base del nuovo decreto. È abrogato quanto disposto precedentemente, c'è poco da interpretare o chiedere ulteriori spiegazioni. Quindi da lunedì 7 febbraio ad es. la quarantena deve durare 5 giorni e non di più e quelle poste in essere decadono se sono di durata superiore, se in una classe della primaria i casi positivi sono meno di 5 non c'è più quarantena e si rientra a scuola e via dicendo.

Mi rendo conto che i continui cambiamenti creano disagio e fastidio soprattutto ai dirigenti scolastici, ma è anche vero che da 2 anni la scuola subisce da Cts e ministero della Salute le decisioni sulla base dell'andamento pandemico e si adegua di conseguenza.
Ai dirigenti, al personale docente, educativo ed Ata va il mio grazie, alle famiglie ed agli studenti la promessa di battermi sempre di più per un progressivo ritorno alla normalità.
La libertà si avvicina ogni giorno di più".
Poi, nel pomeriggio, la Faq del Governo che ha chiuso il discorso:

Alla domanda: "Le disposizioni assunte a seguito di casi di positività accertati in ambito scolastico, che continuano ad avere effetti dopo il 5 febbraio 2022, devono essere modificate alla luce della nuova normativa introdotta con il decreto-legge 4 febbraio 2022, n. 5?" la risposta è: "Sì, le misure già disposte sono ridefinite in relazione a quanto previsto dalla nuova norma".

 

Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie