Cronaca

SETTE "FURBETTI DEL CARTELLINO" CHIUDONO IL CONTO CON LA GIUSTIZIA: PATTEGGIAMENTI DA 16 A 20 MESI PER IL DIPENDENTE IN CANOA E SEI COLLEGHI

SETTE "FURBETTI DEL CARTELLINO" CHIUDONO IL CONTO CON LA GIUSTIZIA: PATTEGGIAMENTI DA 16 A 20 MESI PER IL DIPENDENTE IN CANOA E SEI COLLEGHI
Cronaca Sanremo, 20 Giugno 2017 ore 10:55

SANREMO - Si chiude il 2 ottobre il conto con la giustizia di sette dei 43 principali indagati nell'inchiesta sui "furbetti del cartellino" del comune di Sanremo.

Il giudice dell'udienza preliminare del tribunale di Imperia ha fissato la camera di consiglio nel corso della quale si definiranno i patteggiamenti per il il 57enne Alessandro Vellani (quello che durante l'orario di lavoro si allenava in canoa, l'indagato più “mediatico” insieme al cosiddetto vigile in mutande Alberto Muraglia) e altri sei colleghi: il 63enne Roberto Tedeschi, capo dell'anagrafe, con la sottoposta Daniela Spizzo di 50 anni, il 59enne Enzo Moretto del servizio elettorale, i messi notificatori Claudio Castagna, 52 anni, e Mauro Gianforte, 65 anni, Maurizio Bolla, di 56 anni, ausiliario al servizio notifiche.

Per tutti è stato concordato con la procura (pm Paola Marrali) il patteggiamento di pene che vanno dall'anno e 4 mesi di Castagna, difeso dall'avvocato Andrea Rovere, all'anno e 8 mesi di Vellani, rappresentanto dall'avvocato Alessandro Mager. Resta aperto il processo, che andrà a dibattimento, per tutti gli altri 35 imputati che a suo tempo furono destinatari di misure cautelari, tra arresti domiciliari e obbligo di firma. A giorni è attesa la richiesta di rinvio a giudizio da parte della procura.

(LEGGI QUI) le altre notizie de primalariviera.it


Resta sempre aggiornato sulle notizie del tuo territorioIscriviti alla newsletter
Necrologie