Sfilata di 500 storiche per il centro di Porto Maurizio

Grande attesa nel capoluogo per Noi Im 500

Sfilata di 500 storiche per il centro di Porto Maurizio
Imperia, 31 Marzo 2019 ore 13:40

Si svolgerà domenica 14 aprile la terza edizione di “Noi Im 500”, il raduno imperiese dedicato alle Fiat 500 storiche e derivate, organizzato dal 500 Club Italia in collaborazione con il Comune di Imperia, il CIV di Porto Maurizio e la Confcommercio. L’appuntamento quest’anno cambia location, trasferendosi per la prima volta da Oneglia a Porto Maurizio. Saranno 70 le vetture presenti, che si ritroveranno per le iscrizioni alle 8.30 in Via Cascione e Via XX Settembre.

Sfilata di 500 storiche per il centro di Porto Maurizio

Giungendo il raduno in concomitanza con la Domenica delle Palme, alle 10.30 si terrà la benedizione dei ramoscelli d’ulivo, delle vetture e degli equipaggi. Subito dopo è prevista la partenza per un giro turistico che interesserà la Val Prino, terminato il quale le auto ritorneranno nel centro storico di Porto Maurizio, dove resteranno tutto il giorno.
Intorno alle 15.30 si terrà un concerto della Banda Musicale della Città di Imperia, che sarà seguito da premiazioni, ringraziamenti e saluti.

“Il colpo d’occhio sarà sicuramente di quelli che non lasciano indifferenti”, commenta l’assessore alle Manifestazioni, Simone Vassallo. “Stiamo parlando di una vettura che ha scritto pagine di storia del nostro Paese e che ben si lega dunque al fascino e alla tradizione del centro storico di Porto Maurizio. Ringrazio gli organizzatori per la passione e l’impegno che dimostrano ancora una volta e invito i cittadini a non perdere quella che sarà sicuramente una giornata di festa grande”.

“Ringrazio l’assessore Vassallo perché si dimostra sempre pronto e disponibile di fronte alle nostre iniziative. Un grazie va anche a Riccardo Caratto del Civ di Porto Maurizio e a Marco Gorlero della Confcommercio”, afferma Francesco Pititto, fiduciario Fiat 500 Club Italia del coordinamento di Imperia. “Ci tengo a sottolineare che tutto il ricavato andrà in beneficienza a Vivi Certosa, che è il Civ dell’area di Ponte Morandi. Ci è sembrato un atto dovuto di vicinanza e solidarietà”.

Turismo 2020
Top news
Glocal News
Foto più viste
Video più visti
Il mondo che vorrei
Gite in treno
Curiosità